La partita che avrebbe aperto la venticinquesima giornata del campionato di Serie A, tra Lazio e Torino, sembra destinata a non essere rinviata. Il Torino conta ben 9 giocatori positivi alla Covid-19 e l'Asl ha bloccato gli allenamenti dei granata e ordinato l'isolamento sino alla mezzanotte di oggi. Però, nonostante il divieto di spostamento imposto dall'azienda sanitaria locale piemontese, Dal Pino, presidente della Lega Serie A, si è espresso dicendo che la partita andrebbe giocata secondo regolamento. Ma il precedente Juve-Napoli fa sorgere molti dubbi.

Molto probabilmente la partita non verrà giocata, ma ciò comporterà la vittoria per 3 a 0 a tavolino in favore dei biancocelesti e un punto di penalizzazione per il Torino. Le parole del presidente della Lega Serie A, citando il precedente Juve-Napoli, (che aveva visto inizialmente l'assegnazione dei 3 punti a tavolino alla compagine piemontese con penalizzazione di 1 punto per il Napoli e successivamente il recupero del match), fanno intendere che la partita molto probabilmente verrà recuperata, ma per il momento non è stato disposto alcun rinvio.

Tuttavia nessuna decisione ufficiale è stata ancora presa e bisognerà aspettare le prossime ore per avere delle conferme. Intanto, sappiamo per certo che la compagine granata non ha organizzato la trasferta nella capitale.

Da parte loro, i biancocelesti, hanno sempre spinto per giocare la gara. Inzaghi ha infatti dichiarato che stanno preparando la sfida con i granata al meglio, per riscattare la debacle di Bologna (gara terminata 2 reti a zero per i felsinei). Il Torino invece, è deciso a rispettare la decisione dell'Asl Piemontese. Il direttore dell'Asl Carlo Picco ha infatti dichiarato che è impossibile riunire il gruppo squadra dato l'ampio numero di positivi e la presenza della variante inglese.

Il Torino presenterà ricorso

La Lega quindi, sembra intenzionata a non rinviare il match, come successo in precedenza con la sopracitata Juventus-Napoli. Ma proprio prendendo in considerazione questo precedente, il Torino è già pronto a presentare ricorso, qualora la Lega decida in maniera ufficiale di non rinviare la gara. Ieri era sorta anche l'ipotesi di posticipare la gara di 24 ore, in modo tale da far scadere l'obbligo di quarantena dei granata, valido sino alla mezzanotte di oggi.

La Lazio però ha rifiutato categoricamente questa ipotesi, in quanto sabato sarà impegnata in un'altra gara fondamentale, quella contro i bianconeri dell'altra sponda di Torino. Come già detto quindi, la squadra di Urbano Cairo si tiene pronta a presentare ricorso, che verrà con grande probabilità accolto e di conseguenza si dovrà organizzare il recupero del match.

Una decisione, quella della Lega, che darebbe vita a un processo molto macchinoso. Ma nonostante ciò, si parla già di una possibile data per il recupero della gara, il 17 marzo, che ironia della sorte coinciderebbe proprio con la possibile data di recupero di Juventus-Napoli. In ogni caso, la sfida tra la compagine di Lotito e quella di Cairo sembra essere destinata a far parlare di sé, come successo anche all'andata, con il ''caos tamponi'' che sta creando non pochi problemi alla squadra biancoceleste. Non ci resta, quindi, che attendere notizie ufficiali dalla Lega.