Si è svolto dal 6 al 9 giugno Etna Comics, il Festival Internazionale del fumetto e della cultura pop svoltosi a Catania, che continua a dimostrarsi un concentrato di idee e innovazioni. A cominciare dalla copertina, ogni anno diversa e assegnata a un’artista differente e che quest’anno ritrae Gammazita, una giovane, virtuosa e bellissima ragazza catanese che secondo la tradizione, intorno al 1280, preferì gettarsi in un pozzo che ancora oggi porta il suo nome, nel quartiere ebraico della Judeca Suttana, piuttosto che cedere alle insidie di un soldato francese invaghitosi di lei, omaggiando tutte le donne vittime di violenza.

Dal 6 al 9 giugno, il festival, prodotto da Medéa, azienda che si occupa di organizzazione di eventi scientifici e culturali, con il patrocinio della Provincia e del comune di Catania, è stato organizzato in modo da occupare i diversi spazi (circa 45.000 mq) del grande complesso della vecchia fabbrica, diviso per tematiche e attività. A questa edizione hanno partecipato circa 85 mila persone.

Diverse aree tematiche

Dal comics al games, dal cinema alle Serie TV, fino al mondo della Rete e del doppiaggio, con un’attenzione sempre particolare all’universo Japan: undici le aree tematiche, che hanno ospitato centinaia di attività e conferenze, oltre a ospiti internazionali, ricreando dei veri e propri mondi in miniatura.

Padiglioni con mostre di ogni categoria di fumetto si sono alternate a stand di merchandising di ogni fandom, un vero e proprio paradiso per tutti gli appassionati.

A partecipare alla manifestazione, ormai da nove anni, sono tutti i più importanti operatori del settore e un alto numero di negozi specializzati, fumetterie e associazioni culturali.

Area comics e diverse mostre

L’area Comics ha riservato come sempre piacevoli sorprese, con la presenza di ospiti provenienti da ogni angolo del mondo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie TV

Da Andrea Freccero, Giada Perissinotto e Lorenzo Pastrovicchio, disneyani doc, ad Alessandro Bilotta, Emiliano Mammucari, Giovanni Freghieri, bonelliani nostrani.

Autori di graphic novel come “Il Baffo” Giulio Mosca (“La Notte dell’Oliva” e “Sublimi Banalità Quotidiane”), si sono alternati ad artisti quali Paolo Mottura, disegnatore di Topolino; Tony Bancroft, regista di “Mulan” e direttore dell’animazione de ”Il Re Leone”, e Giorgio Vanni, autore delle sigle dei cartoni più amati degli anni ’90.

Due gli spazi convegni principali, nella sala Polifemo sono stati diversi gli incontri in ambito Disney, come la conferenza sull’epoca d’oro dell’animazione tradizionale, oltre alla proiezione di diversi film d’animazione. Nella sala Galatea, invece, si sono susseguite presentazioni di diverse novità editoriali, come Elpis, e una serie di conferenze con ospiti del mondo della narrativa e del fumetto, come quella dedicata alla fisica di Gotham City, con Francesco Noto, Ingegnere di Fisica Nucelare presso il CERN.

Diverse le mostre, che hanno dato rilievo a piccole opere d’arte dei più importanti fumettisti e disegnatori contemporanei. Menzione merita l’esposizione dedicata agli 80 anni di Batman, alla presenza di Neal Adams, autore di casa DC Comics. Anche gli autori Gary Frank (attualmente al lavoro sulla serie crossover Doomsday Clock), Peter Milligan e Alex Maleev, si sono uniti, per festeggiare il compleanno dell’uomo pipistrello più famoso del mondo.

Movie e serie tv, ma anche games e tanto altro

Il settore Movie e Serie tv è stato, soprattutto negli ultimi anni, particolarmente attenzionato. I fan di The Big Bang Theory hanno potuto quest’anno incontrare Johnny Galecki (Leonard Hofdstader), reduce dalla recente conclusione della serie di successo. Per gli appassionati di Breaking Bad, invece, molto interessante l’incontro con Giancarlo Esposito, l’attore di origini italiane che ha interpretato Gus Fring.

Grande folla anche nell’area Games riservata ai giochi da tavolo, con il susseguirsi di tornei di Risiko!, scacchi, Magic e Yu-gi-oh! e nel padiglione dedicato ai Videogames, che ha visto la collaborazione con DMG Catania, la nuova Area Indie, dedicata a tutti coloro che vogliono condividere i propri successi in ambito multimediale. Ospite Keiichiro Toyama, game designer di fama mondiale il cui nome è collegato a grandi titoli quali Silent Hill, Gravity Rush e Siren.

Nessuna categoria nerd è stata esclusa.

Per gli appassionati del mondo Youtube, è stato possibile incontrare nella nuovissima NewTube Alley, alcune delle star del “tubo”, tra gli altri, Cartoni Morti, The Merluzz, Casa Surace, DavideKyo, GioPizzi, Ciccio Merrino e Nanowar of Steel.

Piena di attrattive anche l’area Family, dedicata ai piccoli visitatori della manifestazione, accompagnati da mamma e papà, così come l’area dedicata al Body Painting.

I personaggi prendono vita

Ampio spazio anche ai cosplay, che, tra sfilate, foto e bagno di folla, sono riusciti a trovare il punto di visibilità massima grazie alla premiazione finale del contest, nell’area che comprende il palco in un tripudio di colori e di personaggi di manga, anime, fumetti, serie televisive e cinema che hanno preso vita, diventando veri, camminando, interagendo gli uni con gli altri.

Spazio anche alla musica con, tra gli altri, i “The Falling Kids”, che hanno aperto lo spettacolo di Claudio Simonetti e i Goblin.

Diverse inoltre le attrattive come le prove libere di tiro con l’arco, il torneo di spada e il gruppo rievocativo storico “Husky1943”, una mostra statica con armi, mezzi e divise storiche.

Tra un percorso di addestramento e un corso per diventare acchiappafantasmi, i visitatori hanno potuto partecipare a quiz su Assassins’s Creed e alla Caccia al Templare.

Grande partecipazione e, di riflesso, grande soddisfazione per gli organizzatori (in primis Antonio Mannino, direttore) e lo staff dell’intera macchina organizzativa, che ogni anno, cercano di dare il massimo per la buona riuscita del festival.

Seppur profondamente legata al territorio, la manifestazione cresce esponenzialmente nella sua portata internazionale, arricchendo il programma di nomi sempre più conosciuti nel panorama mondiale, catapultando tutti in mondi fantastici, con un Festival del fumetto, internazionale, ma siciliano.

Tra guerrieri e supereroi, spade e poteri soprannaturali, l’Etna Comics dà l’arrivederci al prossimo anno, sempre lì, sulle pendici dell’Etna.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto