Inquinamento, scarichi illegali, abusi edilizi, marine litter. Lo scopo di Goletta Verde è scovare, documentare e denunciare tutto quello che potrebbe danneggiare le coste e il mare. Le imbarcazioni di Legambiente Goletta Verde e Goletta dei Laghi da oltre 30 anni navigano lungo le coste italiane e agiscono in prima linea per analizzare la qualità del mare e dei laghi, andando a caccia di inquinamento, scarichi fognari non depurati e punti critici, che mettono in pericolo la salute dei bagnanti e dell’intero ecosistema.

Il monitoraggio delle acque

Le segnalazioni arrivano da privati cittadini e dai circoli locali di Legambiente presenti nel territorio nazionale e vengono raccolte per tutto l’anno.

Un team di tecnici e biologi a bordo esegue il monitoraggio dello stato di qualità del mare, dei laghi e delle coste. L’obiettivo è quello di scovare foci di fiumi o tratti di mare o lago interessati da fenomeni di inquinamento batteriologico di origine fecale, dovuti alla presenza di scarichi abusivi o a un insufficiente sistema di depurazione, attraverso l’individuazione di tubi sospetti o depuratori malfunzionanti.

Una volta individuati i punti per i campionamenti lungo le coste italiane marine e lacustri (circa 300 ogni anno), una squadra di tecnici che viaggia via terra effettua dei prelievi e un rigoroso monitoraggio scientifico.

Le analisi effettuate sono di due tipi: chimico-fisiche, direttamente in loco e con l’ausilio di strumentazione da campo, e microbiologiche, in cui i campioni vengono prelevati in barattoli sterili immersi completamente in acqua, conservati in frigorifero e protetti dall’esposizione alla luce durante tutte le fasi di trasporto, fino al momento dell’arrivo in laboratorio mobile, che avviene comunque entro le 24 ore dal prelievo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ambiente

I risultati delle analisi sono espressi in Unità Formanti Colonia in 100 ml d’acqua e vengono aggiornati in tempo reale, non appena disponibili.

A essere presi come riferimento per il giudizio finale sono i “valori limite per un singolo campione” inerenti alle acque, nello specifico, la “de­finizione dei criteri per determinare il divieto di balneazione”.

A ogni tappa della campagna di Legambiente, sono previste conferenze e incontri con la popolazione locale, con l’intento di informare i cittadini in merito alla qualità ambientale del territorio e sull’urgenza di tutelare il prezioso ecosistema marino.

Goletta Verde a Pozzallo

Durante il suo lungo viaggio, Goletta Verde farà tappa a Pozzallo i prossimi 20 e 21 luglio, nell’ambito del più vasto progetto “Io accolgo”.

La tutela dell’Ambiente in generale e del mare in particolare, si lega in modo indissolubile a ciò che quello stesso mare rappresenta per tutti coloro che decidono di abbandonare le proprie terre, fuggendo da guerra e violenza, e affidando il loro destino alle onde.

L’incontro pubblico, previsto per sabato 20 luglio presso Piazza Municipio, dal titolo “Salvare vite non è reato. Per un Mediterraneo di pace e solidarietà” vedrà la partecipazione di Roberto Ammatuna, sindaco di Pozzallo, Stefano Ciafani, Presidente nazionale Legambiente, Gianfranco Zanna, Presidente Regionale Legambiente Sicilia, Peppe Cannella, MEDU progetto “ON.TO” per migranti vittime di torture, Luca Casarini, Capo missione Mediterranea, Viviana di Bartolo, soccorritore SOS Mediterranée, Giorgia Linardi, portavoce SeaWatch, Claudia Lodesani, Presidente Medici Senza Frontiere Italia e Rossella Muroni, parlamentare.

Da cornice all’incontro faranno alcune foto dell’artista Aboubakari Traorè, oltre alla performance musicale di Strazzulla.

Giorno 21 luglio alle ore 16:00 presso la Spiaggia Pietrenere avrà invece luogo il Trash Mob_”Usa e getta? No, grazie!”, con la collaborazione dell’equipaggio di Goletta Verde, il Presidente nazionale Legambiente Stefano Ciafani e l’associazione “Ora Basta”. L’evento si inserisce nel più vasto programma di sensibilizzazione portato avanti dal circolo Legambiente “A Valata” di Pozzallo e dai volontari di “Ora Basta”, che durante alcune giornate estive, hanno fatto sentire la loro voce direttamente dal mare, a bordo di un piccolo gommone e un salvagente a forma di fenicottero rosa, allo slogan “Se vuoi una spiaggia pulita, tienila pulita!”.

L’imbarcazione Goletta Verde sarà, inoltre, aperta al pubblico dalle 18:00 alle 20:00 di domenica 21 luglio presso il porto di Pozzallo.

Non è scontato, non è retorica. Ognuno di noi può davvero fare la differenza. Rispettare il luogo in cui si vive, la spiaggia che diventa la seconda casa durante le vacanze estive, rappresenta, nel suo piccolo, un contributo grande. Quanto il mare.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto