Una delle novità più attese del keynote di presentazione dei nuovi iPhone Apple, tenutosi nello Steve Jobs Theater del nuovo campus di Cupertino, è stata l'Iphone X, o del decennale, come battezzato da numerose testate online.

Lo smartphone sviluppato dagli ingegneri e designer della Mela era stato ampiamente anticipato da molteplici leak già da diverse settimane e una delle feature più intriganti è sembrata sin da subito il Face ID, lo sblocco tramite riconoscimento facciale che ha sostituito integralmente il Touch ID, lo sblocco tramite impronta digitale, almeno su questa versione.

Tuttavia, a differenza del Touch ID, che permette di registrare un numero massimo di cinque impronte, il Face ID permette di memorizzare sull'iPhone X solo un viso.

In questo modo non sarà possibile condividere lo smartphone in maniera semplice con altri membri della famiglia o amici.

Phil Schiller, capo marketing di Apple, ha affermato durante l'evento di presentazione dell'iPhone X che c'è una probabilità che il Touch ID venga "aggirato" di 1 su 50 mila, mentre con il Face ID risulta tutto molto più difficile, visto che da 1 su 50 mila si passa a 1 su un milione. Naturalmente tutto risulta compromesso se ad utilizzare lo stesso telefono sono gemelli o parenti stretti che si somigliano.

Tra le altre novità di questo smartphone "del futuro", come lo hanno etichettato i responsabili del marketing Apple, sicuramente lo schermo edge to edge OLED da 5.8 pollici, il cosiddetto "Super Retina Display", il processore Apple A11 Bionic, in grado di strizzare l'occhiolino alla realtà aumentata, un settore che a Cupertino tirerà forte nei prossimi anni, e nuove gesture software per un'interazione con l'UI radicalmente modificata e ancora più intuitiva.

Solo i primi test con il terminale sapranno dirci quanto abbia lavorato bene Apple. Appuntamento all'inizio di novembre, quando l'iPhone X arriverà nei negozi di tutto il mondo.

L'iPhone X non è il solo prodotto che Apple ha mostrato al pubblico nel keynote del 12 settembre. Altri due iPhone hanno fatto capolino nel catalogo della Mela: iPhone 8 e iPhone 8 Plus.

Nonostante il design sia rimasto praticamente lo stesso delle precedenti versioni, John Ive e i suoi collaboratori hanno deciso di ritornare al "passato" ricoprendolo posteriormente di uno strato in vetro e utilizzando come cornice di contorno l'alluminio. Ciò ha consentito agli ingegneri di Tim Cook di inserire, per la prima volta su un iPhone, un modulo di ricarica wireless.

Non sono mancate novità sul fronte wearable, con l'Apple Watch Series 3, dotato di modulo LTE (almeno al momento non è una novità che vedremo in Italia) e su quello più propriamente dell'intrattenimento e dei contenuti multimediali, con l'Apple TV 4K.

Segui la pagina Apple
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!