#Whatsapp ha messo in opera diversi programmatori e sviluppatori per lavorare sui prossimi aggiornamenti al servizio di messaggistica disponibile per ogni tipo di smartphone: per tenere a bada la concorrenza, già nel 2017, sono state sfornate una serie di novità che hanno lasciato gli utenti dell'applicazione a bocca aperta, come per esempio quella della doppia spunta blu in fase di recezione e invio di messaggi su WhatsApp. Altra funzione molta apprezzata è stata quella della possibilità di inviare un audio [VIDEO] senza dover tener premuto l'apposito tasto per lungo tempo, cosi come già disponibile su altre piattaforme come Telegram. Nelle ultime settimane del 2017 si è inoltre parlato della possibilità di inserire le note audio, sicuramente una sorta di rivoluzione rispetto al passato che deve però passare al vaglio dei possessori di WhatsApp.

Aggiornamenti: nuove regole sui gruppi WhatsApp

Le giornate recenti hanno inoltre messo in risalto una serie di novità per quel che concerne i gruppi, con la possibilità di poter, cosi come succede con #facebook, nominare un amministratore del gruppo, con il compito di gestire le attività di chi fa parte dello stesso per controllare i loro movimenti, funzione particolarmente utile per chi usa il servizio di WhatsApp magari per lavoro, con la necessità di avere cosi un assoluto controllo di quanto avviene nella chat.

Cosi facendo chi vorrà pubblicare un post o un messaggio sotto forma di chat o video dovrà passare attraverso l'autorizzazione dell'amministratore, praticamente una sorta di adeguamento a quanto succede già con Facebook, dove sono presenti però anche i moderatori che svolgono una funzione leggermente di minor rilievo rispetto agli amministratori del gruppo.

Si aggiunge dunque una nuova funzionalità al servizio che fa parte di una serie di aggiornamenti che vedranno presto anche l'uscita di altre interessanti novità sull'App.

Una collaborazione importante

Le ultime indiscrezioni adesso raccontano di una sorta di alleanza tra #Instagram e WhatsApp, considerando quanto detto da TechCrunch che ha 'smascherato' le intenzioni di Mark Zuckerberg. Alcuni fortunati utenti sono infatti stati abilitati nel condividere le storie di Instagram sulla nota applicazione di messaggistica, con l'obiettivo di dare forse più spazio alle storie di quest'ultima, poste indubbiamente in una posizione di secondaria importanza rispetto a quelle di IG. L'obiettivo è incrementare il traffico delle dirette [VIDEO] live e le istantanee rendendole disponibili sui profili per 24 ore, con la facilità di poterle spostare da un social all'altro senza particolari problemi, proprio come succederà con Instagram.