I quotidiani italiani, sia cartacei che on line, hanno bucato la notizia dell'ennesimo sbarco di migranti sulle coste di Lampedusa il 6 febbraio. C'è da chiedersi se le Olimpiadi invernali di Sochi o il Sei Nazioni di rugby siano manifestazioni così ipnotiche da distogliere l'attenzione da qualsiasi altro evento, oppure se vi sia una volontà, da parte dei Media nazionali, di non comunicare più tale tipo di informazioni.
Forse nessuna delle due. Forse gli sbarchi non fanno più notizia.


Sta di fatto che la news è apparsa, con tanto di filmato, rilasciato dalla Marina Militare Italiana, sulla prima pagina della BBC proprio il 6 febbraio.


Secondo il dettagliato articolo del corrispondente della BBC Alan Johnston, la Marina Militare Italiana ha salvato più di 1.100 persone nel giro di 24 ore (nell'immagine in pagina un fotogramma del servizio della Televisione britannica).
"Gli ultimi migranti - scrive Johnston - sono stati trovati all'interno di otto barche e di una chiatta a circa 120 miglia a sud-est di Lampedusa.Tra i soccorsi, c'erano 47 donne, quattro delle quali in stato di gravidanza e 50 bambini, tutti probabilmente provenienti dall'Africa sub-sahariana. Sono circa 2.000 i migranti sbarcati sulle coste italiane il mese scorso, quasi 10 volte il numero registrato nel gennaio 2013".


Più di 1.100 persone soccorse dalla Marina e dalla Guardia Costiera italiane. Otto barche e una chiatta al largo di Lampedusa. Non sono numeri da ignorare.

Eppure il 6/7 febbraio non una sola riga dell'accaduto è apparsa sulla home page dell'Ansa, su quella della Stampa o su quella di Repubblica. Allo stesso modo non vi è traccia del fatto su "il Giornale", sul "Corriere della Sera" o sul "Secolo XIX".

Resta il dubbio. Un "buco" collettivo dei nostri organi di informazione? Appare veramente strano che nemmeno un giornale abbia prestato attenzione all'accaduto.
Oppure ha ragione Massimo Mazzucco del sito "Luogocomune" che, per primo, ha segnalato questo gap, questo vuoto informativo: "Perché questo silenzio? Da noi i migranti non fanno più notizia, oppure è arrivato un ordine dal nostro Governo di tacere sistematicamente su una piaga che nessuno chiaramente riesce a fermare?".
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto