Nuovo appuntamento con la nostra rubrica dedicata alle news riguardanti i casi di cronaca nera rimasti ancora irrisolti. Oggi partiamo dalle ultime news che riguardano la drammatica morte di Elena Ceste, la mamma di Costigliole d'Asti, sulla quale aleggia ancora un grande mistero: chi l'ha uccisa e perchè?

Le ultime news di oggi 25 novembre riguardano la testimonianza a dir poco choc di una vicina di casa di Elena: la donna intervistata dalle telecamere di Pomeriggio 5 ha dichiarato che Elena negli ultimi anni era diventata "vittima" della gelosia di suo marito Michele, il quale non voleva che la donna si allontanasse di casa per lunghi periodi senza prima interpellarlo.

Pare, inoltre, che Michele pagasse l'assicurazione dell'automobile di Elena solo per sei/sette mesi all'anno: durante il periodo estivo l'uomo non voleva che sua moglie si allontanasse da casa con l'auto.

Melania Rea e Guerrina Piscaglia: potrebbe esserci la svolta, ecco le novità

Al centro delle ultime news di oggi 25 novembre vi è anche il caso di Melania Rea, la giovane mamma di Somma Vesuviana, uccisa dal suo compagno Salvatore Parolisi, che per l'omicidio si trova in carcere dove deve scontare una pena di trent'anni in Appello. Dalle ultime notizie di queste ore, infatti, è emerso che da una nuova perizia potrebbe essere dimostrato che quel giorno sulla scena del crimine potrebbe esserci stata un'altra persona. Salvatore Parolisi, quindi, potrebbe essere scagionato dall'impronta di una scarpa, che da una prima analisi non dovrebbe essere quella di Parolisi, perché l'uomo calza un 43 mentre l'impronta sarebbe più piccola.

I migliori video del giorno

Novità in vista anche per quanto riguarda la scomparsa si Guerrina Piscaglia, la mamma di Ca Raffaello sparita lo scorso primo maggio: le ultime news di oggi rivelano che le ricerche della donna si stanno concentrando in tre laghetti dei comuni di Badia Tedalda, dove potrebbero trovarsi i resti di Guerrina. Nel frattempo il l'ordinanza del Gip di Arezzo, che vietava a padre Graziano di espatriare dall'Italia, in quanto unica persona iscritta nel registro degli indagati per la sparizione di Guerrina, è stata confermata ieri dal tribunale del Riesame. La verità è vicina?