È ristretta in carcere a Catania Veronica Panarello, madre di Andrea Loris Stival, bimbo morto a soli 8 anni a Santa Croce Camerina (Ragusa). Anche il marito Davide, 29enne autotrasportatore, dubita fortemente della moglie. In passato Veronica tentò di togliersi la vita in due occasioni, a dimostrazione di un profilo psicologico fragile. Gli aggiornamenti della giornata di oggi 11 dicembre, e l'isolamento della madre del piccolo Andrea Loris.

Pubblicità
Pubblicità



Possedeva due cellulari?

La grande novità investigativa al 10 dicembre 2014 è rappresentata da un'intercettazione dalla quale emerge che la madre di Loris avrebbe nascosto un telefono cellulare "segreto". Come mai aveva due telefoni? Viene subito da pensare a un amante oppure a una doppia vita e la sensazione è che dal ritrovamento di questo secondo cellulare potrebbero derivare molte sorprese, anche relativamente all'omicidio di Loris.

Loris, il cellulare segreto della madre del bimbo
Loris, il cellulare segreto della madre del bimbo

Si è intanto appreso che Veronica era stata seguita da uno psicologo fino all'età di 7 anni. Ora un amico d'infanzia afferma che la donna fin da piccola era solita mentire. Secondo la madre della donna, Veronica affermò di avere subito violenze sessuali in almeno due circostanze e una decina di anni fa disse addirittura di aver visto la piccola Denise Pipitone, all'epoca da poco scomparsa: tutte affermazioni che non trovarono alcun riscontro.



Sono in molti a pensare che la madre di Andrea Loris non possa aver fatto tutto da sola e quindi si sospetta l'esistenza di un complice.  La scomparsa di Andrea Loris Stival fu denunciata alle 12:30 circa del 29 novembre 2014 davanti la scuola da lui frequentata e cioè la "Falcone Borsellino", quando la madre allertò i vigili urbani presenti senza neanche chiedere informazioni alle maestre del figlio.

Pubblicità

Il corpo di Loris fu trovato il giorno stesso da un 65enne pensionato inizialmente sospettato di essere in qualche modo coinvolto. A provare che Veronica stava mentendo sono state le numerose telecamere presenti nel comune di Santa Croce Camerina che hanno evidenziato che la madre di Loris non accompagnò il figlio a scuola quel mattino. Si cerca intanto il misterioso zainetto scolastico di Loris che non è mai stato trovato.

Leggi tutto