Siamo arrivati finalmente alla svolta per il caso che riguarda Andrea Loris Stival, il bimbo di otto anni barbaramente strangolato con una fascetta da elettricista e ritrovato morto da un cacciatore nei pressi di Santa Croce Camerina. Agli inquirenti non sono bastati due interrogatori per risolvere le incongruenze che emergono dalle testimonianze della madre del piccolo Andrea Loris, Veronica Panarello. La donna è ritenuta dalla Procura di Ragusa la responsabile dell'uccisione del figlio di appena otto anni.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Secondo gli inquirenti, Veronica Panarello avrebbe usato una fascetta di plastica da elettricista per strangolare il piccolo Andrea Loris e poi ne avrebbe nascosto il cadavere a quattro chilometri da Santa Croce Camerina, nei pressi della contrada denominata "Mulino Vecchio".

La donna, dopo due interrogatori durati rispettivamente sei e cinque ore, ha continuato a ribadire la sua versione dei fatti, assisitita dal suo legale, Francesco Villardita: "Sono innocente, non l'ho ucciso io". Ma sono davvero tante le contraddizioni che sono considerate gravi indizi dagli inquirenti. Le telecamere di videosorveglianza smentiscono la sua versione dei fatti; inoltre, l'auto della donna, la mattina del 29 novembre si trovava a cinquecento metri dal luogo del delitto. Perciò Veronica Panarello è stata trasferita al carcere di Piazza Lanza di Catania, dove è stata accolta dai detenuti al grido: "Assassina, devi morire!"

Ultime news Andrea Loris Stival, testimonianze shock della madre di Veronica

Numerosi siti web hanno diffuso inquietanti indiscrezioni sul conto di Veronica Panarello.

I migliori video del giorno

L'ultima notizia, riportata dal Fatto Quotidiano, riguarda la nonna del bimbo ucciso, che ha voluto parlare della figlia Veronica. "Era violenta sin da bambina", ha detto la madre della Panarello, aggiungendo che Veronica ha sofferto di manie persecutorie in età infantile. Inoltre, ha rivelato che fino all'età di sette anni è stata seguita da uno psicologo. "Poi si è rifiutata" ha detto la nonna di Andrea Loris, rivolgendosi alla figlia Veronica. Sconvolgenti anche le dichiarazioni del padre del bimbo: "Se è stata lei, mi deve dire prima il perché. Poi può morire".