Riguardo al caso del piccolo Loris Stival, ultime news giungono dalle indagini che la Procura di Ragusa sta portando avanti sull'unica indagata per omicidio e occultamento di cadavere, la madre Veronica Panarello. Era stato, infatti, emanato un decreto di perquisizione informatica su una serie di dispositivi ai quali aveva accesso la donna, per cercare di capire se da essi si potessero ricavare nuovi elementi utili per le indagini. I carabinieri del Ros hanno dato attuazione al decreto nel tardo pomeriggio di ieri e c'è stato un lungo confronto nel carcere di Agrigento tra gli inquirenti, Veronica Panarello e l'avvocato difensore, Francesco Villardita.

Loris Stival, ultime news 19-03: tutti i dati di Veronica Panarello al vaglio degli inquirenti

Veronica Panarello, che al momento si trova ancora al carcere di Agrigento, non ha con sé alcun dispositivo informatico e così i carabinieri del Ros hanno portato i tablet, compreso quello di Loris, alla presenza della donna affinché fornisse le chiavi di accesso e permettesse che venissero analizzati. Le ultime notizie sul caso di Loris Stival rivelano come Veronica Panarello sia stata molto collaborativa, non soltanto avrebbe fornito immediatamente le password di ingresso per i tablet, ma avrebbe consegnato di sua spontanea volontà anche le sue credenziali d'accesso a Facebook e alla posta elettronica. L'incontro è avvenuto alla presenza anche del legale difensore, Francesco Villardita, che si è detto "soddisfatto" dell'esito della perquisizione informatica.

I migliori video del giorno

Loris Stival, ultime notizie 19-03: Veronica è collaborativa, non dovrebbero spuntare nuovi elementi

Una prima parziale perquisizione informatica era stata già effettuata dagli inquirenti il 17 dicembre scorso, ma evidentemente gli elementi raccolti erano risultati troppo scarsi e poco efficaci per le indagini. L'operazione dei carabinieri dei Ros è durata molte ore, dalle ore 16 del pomeriggio fino alle ore 2 della notte, Veronica è stata estremamente collaborativa e si è spesso commossa, quando, dal tablet del figlio, comparivano le foto della famiglia e del piccolo. Le ultime news sul caso di Loris Stival rivelano anche come l'avvocato Francesco Villardita sia particolarmente contento di come si sia svolta l'operazione di perquisizione informatica: in primo luogo perché Veronica Panarello ha fornito in maniera precisa tutte le indicazioni che le venivano richieste, dunque non ha mai dato l'idea di dover o voler nascondere qualcosa; in secondo luogo, nonostante debbano attendersi ora le copie "forensi", cioè quelle che entreranno nel processo, perché sembrerebbe evidente che dalla perizia non possa venir fuori nessun elemento realmente importante dal punto di vista investigativo.

È tutto con le ultime news sul caso di Loris Stival. Per ricevere aggiornamenti su questo e altri casi di cronaca, il nostro suggerimento è di cliccare su "Segui" in alto sopra il titolo dell'articolo.