Proseguono le indagini per cercare di scoprire chi ha ucciso Teresa Costanza e Trifone Ragone, i due fidanzati di Pordenone che hanno perso la vita lo scorso 17 marzo, nei pressi del parcheggio della palestra "Crisafulli". Nella prima fase delle indagini, gli inquirenti avevano preso in seria considerazione la pista passionale: Trifone Ragone avrebbe amato la figlia di un uomo molto pericoloso e sarebbe così stato punito. Ora gli inquirenti sembrano avere cambiato l'impostazione delle indagini, come ha riportato l'ultima puntata di "Mattino Cinque".

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

Ecco tutte le novità su questo complesso caso.

Ultime news delitto di Pordenone, ecco la nuova pista degli investigatori

Nell'ultima puntata di "Mattino Cinque", la conduttrice Federica Panicucci ha fatto il punto sulle indagini sul caso di Pordenone.

Al momento, gli inquirenti non hanno trovato alcun elemento utile alla risoluzione di quello che ormai è diventato un vero e proprio rebus. Secondo le ultime indicrezioni, gli inquirenti starebbero concentrando le loro ricerche sulle amicizie di Trifone Ragone e Teresa Costanza e in generale sugli ambienti da loro frequentati più assiduamente. Ma quale amico dei due fidanzati potrebbe averli voluti morti? E soprattutto perchè? C'è insomma qualcosa che non torna su questo complesso caso. C'è però un elemento che potrebbe facilitare le ricerche; Trifone Ragone, infatti, pochi giorni prima di morire confessò al padre di avere un problema, facendogli una telefonata nella quale gli espresse alcune preoccupazioni. I parenti del sottufficiale hanno affermato che Trifone al telefono non specificò al telefono quale genere di problema avesse.

I migliori video del giorno

Molto probabilmente, dunque, si trattava di una questione assai delicata. Pare comunque che nelle ultime ore gli inquirenti abbiano scelto di cambiare l'impostazione delle indagini, concentrandosi sulle persone e sugli ambieni vicini alla coppia. Al momento, dunque, sembra che la pista del killer professionista sia stata abbandonata. L'impressione è che però la svolta su questa triste vicenda sia molto lontana, dato che non sono ancora emersi elementi decisivi.