Nonostante sia stata scongiurata l’ipotesi dell’archiviazione stentano ad arrivare novità concrete in merito alla morte di Domenico Maurantonio, il 19enne studente di Padova precipitato dall’Hotel Da Vinci di Milano lo scorso maggio. Le ultime news sulla morte di Domenico Maurantonio aggiornate ad oggi 11 agosto si rifanno in particolare alle parole pronunciate da Roberta Bruzzone e riportate dal settimanale Giallo: la nota criminologa ha escluso ormai del tutto l’ipotesi dell’omicidio sostenendo al contempo la pista del suicidio. E mentre si cerca di comprendere alcuni dei gesti compiuti da Domenico la notte in cui ha perso la vita arriva una bella iniziativa condotta dai compagni di scuola della giovane vittima, alla quale è stato appena intestato il centro culturale del liceo scientifico Nievo.

Quello che Domenico frequentava quando era ancora in vita.

News Domenico Maurantonio, novità oggi 11 agosto: si pensa al suicidio, nessun elemento conduce all’omicidio, una targa per non dimenticare la giovane vittima

Ad oggi sembra sempre più difficile escludere l’ipotesi suicidiaria. Sinora infatti non sembrano essere emersi elementi a suffragio di ipotesi alternative. In particolare la pista omicidiaria sembra perdere sostanza giorno dopo giorno’: questo è quanto dichiarato dalla criminologa Roberta Bruzzone, che dopo aver analizzato il caso Maurantonio si è dunque detta possibilista nei riguardi della pista del suicidio. Eppure i genitori di Domenico non fanno che allontanare questa ipotesi sin dal giorno del ritrovamento del cadavere del figlio, descritto come una persona solare che a tutto pensava tranne che a togliersi la vita.

I migliori video del giorno

Le ultime news sulla morte di Domenico Maurantonio aggiornate ad oggi 11 agosto ruotano però attorno anche alla ricostruzione dei fatti di quella notte. Di recente è stato accertato che attorno alle 5 del mattino il giovane padovano si lavò i capelli, un comportamento insolito da tenere nel cuore della notte che potrebbe essere additato quale sintomo di un malessere generale che avrebbe colpito la vittima. Si tratta comunque solo di ipotesi e supposizioni che andranno verificate. Nel frattempo i compagni di scuola di Domenico hanno chiesto e ottenuto che gli venisse intitolata un’aula del Liceo Nievo, un immobile che i ragazzi sono soliti frequentare nelle ore pomeridiane. Un piccolo gesto certo portato avanti per non dimenticare. Se desiderate continuare a rimanere aggiornati su questo e altri fatti di cronaca nera vi invitiamo a cliccare il tasto ‘Segui’ posto in alto a fianco al nome dell’autore.