Vi avevamo parlato nei giorni scorsi di alcuni paesi salentini che hanno una buona richiesta di turisti anche nel periodo autunnale e questo non può che far piacere agli addetti ai lavori ed agli operatori turistici. Un aumento del turismo in tutta la Puglia, e specialmente nella penisola salentina, ha portato delle conseguenze importanti sotto l'aspetto lavorativo. Una buona risposta di turisti c'è stata anche in estate ed è stato palese l'aumento di visitatori anche in zone prima meno visitate. Questo aumento  è stato possibile anche a delle iniziative specifiche che hanno suscitato interesse attorno ai luoghi storico- culturali della Puglia.

Tra queste "Puglia open Day" il calendario di iniziative finite a Settembre.

Risultati dell'iniziativa e città più visitate

Grazie al progetto di "Puglia Promozione", in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, sono state visitate tante chiese e molti luoghi culturali, come castelli, centri storici e musei. In tutto hanno aderito all'iniziativa ben 126 comuni, dal Gargano al Salento. Tra i luoghi più visitati ci sono: la Basilica Concattedrale di Santa Maria Assunta di Ostuni, il Duomo di Lecce, la Chiesa di Santa Croce di Lecce, la Cattedrale dell'Assunta di Nardò, l'Acquario del Salento che si trova a Santa Maria al Bagno, la Basilica di San Martino a Martina Franca e tanti altri. Tanti turisti hanno deciso di visitare inoltre, le chiese Confraternali di Gallipoli e la cattedrale di San Nicola Pellegrino a Trani.

I migliori video del giorno

Molte visite anche per i luoghi culturali baresi, come il Teatro Petruzzelli e il Castello Svevo, così come una grande affluenza si è registrata per uno dei posti storici più importanti dell'intera Puglia: Castel del Monte ad Andria.

I turisti, soprattutto quelli stranieri, si sono detti colpiti dall'ospitalità. I piccoli borghi sono stati molto apprezzati, ecco perchè i paesi più visitati non sono stati i grandi centri, ma normali paesi come Laterza, Calimera, Sant'Agata di Puglia. I turisti che hanno usufruito di questa iniziativa sono stati oltre 200.000 e particolarmente sono stati tanti quelli provenienti da Regno Unito, Francia, Stati Uniti, Germania e Belgio. Ci si augura, che con le belle giornate climaticamente ancora accettabili, i turisti decidano anche in questo periodo di visitare la Puglia.