E' stato fermato quaranta chilometri più avanti in stato confusionale, il camionista slovacco che stasera sulla Torino-Milano ha provocato un gravissimo incidente all'altezza del casello di Rondissone. Dai primi accertamenti, sembrerebbe che l'uomo fosse ubriaco, ed è stato subito arrestato con l'accusa di omicidio stradale.

Morti due genitori, i tre figli sono ricoverati in ospedale

Sono morti sul colpoun uomo, Mostafa El Chouifi, e una donna, Nora Rharif, rispettivamente di cinquanta e trentanove anni, papà e mamma di tre figli, anch'essi coinvolti nello scontro e portati d'urgenza all'ospedale Regina Margherita di Torino.

Erano tutti di origine marocchina e risiedevano da anni a Torino.

I tre minori non sono in pericolo di vita

I più piccoli non sembrerebbero in pericolo di vita. La bambina più piccola di soli due mesi sembrerebbe però la più grave, e si trova in terapia intensiva con la frattura del femore, un trauma cranico ed uno epatico. Meno grave suo fratello di tre anni, e sua sorella di nove.

Vi è anche un quarto ferito, fortunatamente non in pericolo di vita e ricoverato nell'ospedale di Chivasso.

Erano fermi al casello a ritirare il biglietto

Dalle prime ricostruzioni, sembrerebbe che l'auto, una Volkswagen Sharan con a bordo la famiglia di Torino, fosse ferma al casello di Rondissone mentre stava prendendo il biglietto, quandoil tir guidato dallo slovacco, ha travolto la macchina trascinandola per circa duecento metri, e coinvolgendo un altro veicolo.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, che hanno estratto le persone dai veicoli, e le ambulanze per dare i primi soccorsi e trasportare i feriti negli ospedali più vicini.

Il camionista avrebbe provocato un altro scontro coinvolgendo due veicoli

L'autista del camion non si sarebbe fermato e ha tirato dritto fino a quando non è stato intercettato dalla Polizia all'altezza di Villarboit in provincia di Vercelli direzione Milano.

Sembrerebbe che lo stesso autista, all'altezza di Falchera in provincia di Torino, abbia provocato un altro incidente coinvolgendo altre due auto.

Segui la nostra pagina Facebook!