Le indagini condotte sul Gup di Tempio Pausania, in Sardegna, Vincenzo Cristiano, hanno portato alla luce una serie di fatti al limite della legalità. Per il giudice, e per due imprenditori coinvolti nella stessa inchiesta, è stata immediatamente disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari. L'accusa è gravissima: corruzione in atti giudiziari. Grandissimo sconcerto nel palazzo di giustizia in cui Cristiano ricopre da oltre dieci anni l'incarico di Gup.

Un professionista integerrimo, accuse gravissime

Di origini campane, da anni al servizio della giustizia presso il Tribunale di Tempio Pausania, Vincenzo Cristiano è un professionista affermato tra le aule giudiziarie, integerrimo secondo i colleghi che da un decennio lavorano a stretto contatto con lui.

Eppure, dietro l'immacolata apparenza della sua toga, stando alle prime svolte dell'indagine a suo carico, Cristiano avrebbe nascosto un profilo criminale dedito ad affari poco "leciti". Le indagini, avviate dalla Procura di Roma, hanno permesso di stabilire l'effettiva sussistenza del reato di corruzione in atti giudiziari. Un'accusa gravissima per un rappresentante della Legge, che rischia di compromettere per sempre la sua carriera e di trascinare nell'inchiesta altre comparse.

Due imprenditori in manette

Nell'ambito della stessa indagine, un fascicolo aperto su due nomi dell'imprenditoria ha acceso il focus dell'attenzione degli inquirenti sull'olbiese Manuel Spano e sul campano Umberto Galizia. Il primo è titolare di un'impresa che si occupa di service audio per eventi di spettacolo in Costa Smeralda (denominata "Centro Musica").

I migliori video del giorno

Sul secondo imprenditore, di origini napoletane, non sono stati, per ora, resi noti i dettagli professionali. Entrambi sono finiti in manette.

Nelle prossime ore saranno disponibili ulteriori aggiornamenti su questo caso. L'arresto del giudice Cristiano getta, comunque, un'ombra negativa sull'impianto della giustizia italiana. Più volte, in casi più o meno recenti, altri simboli della Legge si sono macchiati di reati simili.