Era da tempo che gli uomini del gruppo “Falchi” della Squadra Mobile di Cagliari tenevano sotto controllo quel circolo privato in via Rossini. Il sospetto – poi risultato fondato – era che all’interno ci fosse un rigoglioso mercato di sostanze stupefacenti. E così – la scorsa mattina – gli agenti di Polizia in borghese si sono presentati all’interno del locale e hanno stretto le manette ai polsi di Daniele Serri, 42, cagliaritano, con diversi precedenti penali alle spalle e Jimmy Zara, 24enne di Cagliari, con le pesanti accuse di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

All’interno del locale e durante le varie perquisizioni sono saltate fuori numerosi dosi di hashish, marijuana ed eroina e anche circa 500 euro in banconote di piccolo taglio che – secondo la Polizia – sarebbero il frutto della vendita della droga.

I due cagliaritani – dopo tutte le formalità di rito – sono stati rinchiusi in una camera di sicurezza in attesa di essere sentiti dal magistrato che si occuperà del caso. Il presidente del circolo privato – dopo i controlli del personale della Squadra Amministrativa della Polizia – è anche stato sanzionato (per l’attività illegale svolta al suo interno) con la sospensione per il periodo di trenta giorni dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande.

Un via vai sospetto in via Rossini

Gli occhi degli investigatori della Mobile avevano visto giusto. Dopo numerosi appostamenti era l’ora di agire. Troppo sospetto il via vai di giovani – spesso tossicodipendenti – che entravano ed uscivano da quel circolo in pochi minuti. Allora a quel punto hanno deciso di passare all’azione e la scorsa mattina hanno fatto irruzione nel locale fermando Jimmy Zara all’interno del bagno dove – si legge nel verbale – era intento con un coltello a serramanico a tagliare dosi di hashish (14,50 grammi) che stava confezionando per poi venderle.

I migliori video del giorno

All’interno del gabinetto è stata trovata anche marijuana (2,75 grammi) e un coltello a serramanico sporco di droga. Dalla perquisizione personale del Zara sono saltati fuori 6 pezzi di hashish (8,55 grammi) e 40 euro in banconote di piccolo taglio.

Soldi in contanti

Daniele Serri invece – anche lui all’interno del circolo di via Rossini - è stato perquisito ed è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico. Nel circolo privato inoltre – all’interno di un registratore di cassa non funzionante – sono stati trovati 455 euro in contanti di cui nessuno ha saputo spiegare la provenienza. Ma non solo – all’interno di un magazzino – nascosta dentro una cassetta che conteneva bustine di zucchero, è stata trovata una pistola funzionante (tipo scacciacani), senza tappo rosso e con la canna forata e rigata, pronta ad esplodere i sette colpi che c’erano nel caricatore.Tra le tante persone presenti nel locale anche un altro giovane è stato perquisito e poi denunciato per detenzione di droga in quanto trovato in possesso di un coltello sporco di hashish e di due pezzetini della stessa sostanza.

Dopo le perquisizioni personali e i controlli nel locale, gli agenti di Polizia si sono spostati nell’abitazione di Zara dove è stata recuperata altra droga: 1,35 grammi di hashish all’interno di un giubbotto. 0,95 grammi di eroina e 0,90 grammi di marijuana.