Mercoledì 15 marzo 2017 intorno alle ore 7.45, la comunità di Burke County, nella Carolina del Nord, è stata colpita da una terribile tragedia. Il corpo ormai esanime di un bambino di 3 anni di nome Landyn Melton è stato trovato morto sotto il portico della casa dove viveva con i propri genitori. Landyn Melton, che aveva festeggiato il compleanno proprio il giorno prima dell’accaduto, era sgattaiolato fuori casa, forse per giocare all’aperto; il bambino amava molto passare le giornate in giardino, faceva finta di tagliare l’erba. Forse è per questo motivo che, mentre in genitori dormivano, Landyn ha aperto la porta ed è uscito di nascosto.

Quella notte nella contea di Burke le temperature avevano raggiunto i 3 gradi sotto lo zero e tirava un vento molto forte, quindi il freddo era percepito ancor più intensamente. Si pensa che Landyn Melton, dopo aver giocato intorno alla casa, si sia addormentato sotto il portico e a causa delle basse temperature sia morto di ipotermia. Forse il bambino aveva provato a rientrare in casa, tuttavia la porta con molta probabilità era stata richiusa dal forte vento gelido di quella notte.

L’ipotesi del tragico incidente quindi è quella che al momento risulta più realistica. Dopo l'autopsia le autorità hanno rivelato di non aver trovato segni percosse o traumi sul piccolo corpo del bambino; si stanno effettuando altri esami tra cui quelli tossicologici.

Il corpo ormai senza vita del piccolo Landyn è stato avvistato da un passante che ha chiamato subito il 911. I genitori sono venuti a conoscenza della morte del bambino solo al loro risveglio, dopo che le autorità hanno bussato alla loro porta. Steve Whisenant, lo sceriffo della contea di Burke, ha detto di come situazioni come questa siano strazianti per chiunque ne sia in qualche modo coinvolto, che siano i parenti o gli investigatori stessi.

I genitori ovviamente sono distrutti dall'immenso dolore causato dalla perdita così prematura del piccolo Landyn Melton. Tutta la comunità si è stretta intorno alla famiglia della piccola vittima.