Brutto episodio avvenuto in Sardegna, esattamente a Sestu, in provincia di Cagliari, dove c'è stato un tentato furto ai danni di un supermercato della catena Crai.

I due malviventi hanno cercato anche di intimorire il personale, che in quel momento stava operando all'interno del supermercato, ma non sono riusciti nel loro intento.

La Polizia li ha bloccati, recuperata la refurtiva

Gli agenti delle volanti del commissariato della città di Quartu Sant'Elena, hanno arrestato due coniugi di origine bosniaca, si tratta di Zahida e Giuliano Ahmetovic rispettivamente di 38 e 46 anni, con l'accusa di rapina impropria.

I due si trovavano presso il supermercato Crai di Sestu sulla strada provinciale 64, quando hanno iniziato ad asportare delle pedane in legno di proprietà dello stesso.

Finita la razzia di pedane, i coniugi hanno deciso di uscire con il furgone già carico, ma si sono trovati la strada sbarrata dal cancello automatico appena chiuso nel parcheggio del deposito.

A quel punto i bosniaci sono entrati all'interno dei locali ed hanno minacciato i dipendenti, intimando loro che se non avessero aperto il cancello per farli uscire lo avrebbero buttato giù con il furgone.

I dipendenti però non si son fatti intimorire e hanno chiamato la polizia; giunti sul posto, gli agenti hanno recuperato la refurtiva e durante la perquisizione del furgone hanno rinvenuto diversi cacciaviti, martelli, tronchesine ed un grosso tubo metallico.

I due coniugi pare abbiano provato a raccontare ai poliziotti una versione differente, rispetto a quella dei dipendenti del supermercato, che non ha però trovato riscontri.

Il Pubblico Ministero, dopo aver sentito il racconto dei fatti, ha disposto gli arresti domiciliari per la donna bosniaca, mentre l'uomo è stato condotto in carcere, in attesa del processo per direttissima.

La presenza dei due ladri era stata segnalata poco prima, quando qualcuno si era accorto del movimento di due persone sospette all'interno dell'area deposito, intente ad asportare e caricare 30 pedane. L'immediato intervento degli agenti ha permesso l'arresto dei due.

Segui la nostra pagina Facebook!