Il clima politico mondiale risulta essere sempre più teso nonostante i tentativi diplomatici che stanno attuando i governi. Infatti, basti pensare che nelle ultime settimane un caccia polacco della NATO ha intercettato sul Mar Baltico l'aereo del ministro della difesa russo ovvero Sergei Shoigu, l'episodio non è stato visto di buon occhio dal Cremlino e sono stati in molti quelli che hanno pensato che l'evento potesse essere il preludio alla Terza Guerra Mondiale.

Durante il corso degli ultimi giorni Pyongyang ha lanciato, durante il corso di un test, il primo missile balistico intercontinentale, facendo temere il peggio all'America che ha intenzione di rispondere, armandosi anch'essa. Andiamo a vedere nel dettaglio la questione.

Trump e le Nazioni Unite

Durante una conferenza della Nazioni Unite, i cui lavori si sono aperti a maggio, è stato chiesto al presidente degli Stati Uniti d'America, Donald Trump, se stesse valutando l'idea di intervenire militarmente nella questione riguardante il Nord Corea.

Il Presidente ha risposto che sta preparando delle piccole cose, infatti nelle ultime ore il Daily Star ha riportato la notizia in cui si dice che Chris Jones, il portavoce della Defence Agency, ha confermato che un test balistico verrà fatto in Alaska. Gli Stati Uniti sono preoccupati perché il test balistico condotto da Pyongyang, che prevedeva il lancio del missile intercontinentale Hawsong-14, è andato a buon fine. Infatti, il Nord Corea è annoverato nella lista dei paesi in cui ci sono più probabilità che la guerra scoppi, ma non è al primo posto.

Il nucleare

L'ONU (Organizzazione delle Nazioni Unite) durante l'ultima conferenza, ha bandito l'ultilizzo del nucleare, con 122 voti a favore. Questa sembra essere un'ottima notizia soprattutto dopo i timori espressi dal presidente della Russia Vladimir Putin, in un documentario targato Showtime e diretto da Oliver Stone. Putin durante le riprese ha affermato che se dovesse scoppiare un conflitto nucleare non ci sarebbero sopravvissuti. Nonostante questo l'ambasciatrice degli Stati Uniti al Palazzo di Vetro, Nimrata Nikki Randhawa, ha affermato che il Nord Corea potrebbe chiudere presto la strada della diplomazia; questo vuol dire che sarebbe richiesto l'intervento di forze militari.

Non ci resta adesso nient'altro che aspettare nuove notizie dal mondo della politica, sperando che la diplomazia vinca, scongiurando lo scoppio della Terza Guerra Mondiale. A voi i commenti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto