Incredibile ma vero: dalla prossima settimana, in Svizzera, la Coop metterà in vendita, sui propri scaffali, insetti che potranno essere mangiati da chi avrà il coraggio di farlo. Si tratta del cosiddetto "cibo del futuro" poiché, secondo le previsioni fatte dalle Nazioni Unite, intorno al 2050 la popolazione mondiale aumenterà di 2 miliardi e mezzo e, di conseguenza, dovremo abituarci a modificare la nostra dieta. Ci sarà bisogno di raddoppiare la produzione planetaria di cibo con zuppe di alghe, hamburger artificiali e, soprattutto, con allevamenti di insetti che, a quanto sembra, sono ricchissimi di proteine necessarie per il benessere del nostro organismo.

Tre specie di insetti nei nostri piatti

Sono il tenebrione mugnaio, il grillo domestico e le cavallette gli insetti che, dalla prossima settimana, i buongustai svizzeri potranno comprare nei supermercati della Coop per cucinarli e mangiarli, magari accompagnandoli ai loro famosi formaggi o al cioccolato, senza dimenticare un bel po' di birra per riuscire ad ingoiarli e digerirli. In Italia, in un certo senso, possiamo dire che abbiamo qualche tradizione culinaria che potrebbe avvicinarsi al cosiddetto "cibo del futuro": si tratta del cosiddetto "casu marzu" della Sardegna, tipico formaggio con i vermi che, a detta di chi lo ha assaggiato,è una vera e propria delizia per il palato.

Norme igienico-sanitarie

Il ritardo nell'importazione e nella commercializzazione di questi piccoli animaletti è legato ad una serie di severe norme igienico-sanitarie vigenti sul territorio elvetico. L'Usav (ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria) ha sottolineato che i controlli sugli allevamenti da parte delle autorità competenti dei paesi esportatori devono essere rigorosi e severi perché, altrimenti, la salute umana verrebbe messa a rischio.

Ci si potrebbe ammalare di gravi infezioni in grado di causare debilitazione, deturpazione, disabilità e cecità.

Etnomofagia

L'etnomofagia è il termine scientifico utilizzato per indicare il consumo umano degli insetti. In molte parti del mondo vengono mangiati per sopperire alla carenza di proteine. In alcune aree come l'America centrale e meridionale, l'Africa, l'Asia e l'Australia, la dieta a base di insetti è diventata una vera e propria consuetudine culturale.

Questi animali, infatti, non vengono utilizzati soltanto come fonte primaria di cibo, ma anche come condimenti in altre pietanze. Si calcola che sono all'incirca più di 1.200 le specie di insetti presenti nell'alimentazione degli esseri umani in tutto il pianeta.

Segui la nostra pagina Facebook!