2

Questa foto ha qualcosa di sensazionale, è talmente assurda che pare fatta di proposito, come sul set di uno dei tanto in voga disaster movie, ed invece è vera, il povero coccodrillo [VIDEO] si è proprio congelato. Effetti del clima che sorprendono gli animali che cercano di migrare ai primi freddi verso zone più calde, ma che rimangono intrappolati nella morsa del freddo polare, e nella Carolina del Nord è accaduto proprio questo. Nelle scorse settimane i posti dove ripararsi dal gelo erano ben pochi, non ce n'erano, perché quasi tutti gli Stati Uniti erano coperti da neve e ghiaccio. Il freddo è stato da record anche per quegli stati che non vedono quasi mai la neve.

Carolina del Nord, attacco del freddo

Il freddo ha provocato il congelamento di molti laghi e fiumi. Ciò che alcuni abitanti hanno trovato sulle acque ghiacciate è stato davvero scioccante. A prima vista, sembra la punta di un tronco d'albero che spunta dal lago ghiacciato, poi mettendo più a fuoco si notano i grandi denti di un alligatore incastrato nel ghiaccio. E' stato immediato pensare che fosse morto, tuttavia, risulta che questa specie, appartenendo agli animali a sangue freddo, non abbia bisogno di preoccuparsi del gelo, poiché in realtà congela intenzionalmente il proprio "naso" sopra l'acqua per poi entrare in un sonno profondo e svegliarsi solo quando il caldo fa di nuovo capolino. L'intero processo è chiamato "#brumazione", o bruma. Cosa è la "brumazione"? Si tratta di una forma leggera di letargo.

Si ritiene che questo particolare adattamento sia posto in essere solo dagli alligatori secondo qeuste modalità. È un'altra affascinante ragione per cui queste creature sono sopravvissute per milioni di anni. Gli alligatori posseggono una capacità tutta loro di percepire che le acque in cui si trovano stanno per congelarsi. Mentre l'acqua inizia a congelarsi, l'alligatore solleva il muso appena sopra l'acqua che si ghiaccia tutt'attorno. Praticamente si congela sul posto e rimane appeso sorretto dalla crosta di ghiaccio, che poi è esattamente il suo obiettivo. Sollevando il muso può respirare mentre è in stato di letargo, fino a quando, prima o poi, il ghiaccio si scioglierà. Il risultato è orripilante a vedersi, ma è solo un'altra tecnica sviluppata nel tempo che consente agli alligatori di sopravvivere in aree in cui altre specie si estinguerebbero. La loro capacità di regolare la temperatura corporea gli fa assumere il controllo sulle condizioni climatiche avverse, come n questo caso, indipendentemente dall'ambiente circostante. Nell'immaginario collettivo pare che il coccodrillo stia per tentare un'imboscata ma ciò non è vero, almeno in questo caso; meglio comunque non tentare la sorte. #coccodrilloghiacciato #clima2.0