Ieri sera, precisamente alle 22,22 (ora italiana), una nuova forte scossa di Terremoto di magnitudo 4.5 della scala Richter ha insistito sul Molise, sempre con epicentro molto vicino a Montecilfone, in provincia di Campobasso. La popolazione, già terrorizzata dalla prima violenta scossa [VIDEO] di magnitudo 5.1 delle 20,19 (ora italiana), ha preferito restare all'esterno delle proprie abitazioni e raccogliersi all'aperto, soprattutto nelle piazze, come testimoniato dal primo cittadino di Campomarino (CB). L'INGV sta localizzando diverse scosse dall'inizio della sequenza, nell'area compresa fra Larino, il Lago di Guardialfiera, Montecilfone e Acquaviva Collecroce, che tra l'altro risultano essere i comuni più colpiti dagli eventi in rapida succesione.

L'EMSC (centro sismologico della zona Euro-Mediterranea) conferma i dati, almeno in fase preliminare, forniti da INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia).

Si tratta della stessa faglia di San Giuliano di Puglia del 2002

Secondo quanto riferito dal presidente dell'INGV Carlo Doglioni le scosse che in questi giorni stanno interessando il Molise sarebbero "molto simili in termini di natura a quello di San Giuliano di Puglia del 2002". Poi prosegue spiegando che "La localizzazione è leggermente più a nord dell'evento del 14 agosto, 4 chilometri a sudest di Montecilfone secondo i primi rilievi, ma indicativamente i due eventi hanno la stessa origine geodinamica e la stessa profondità. La magnitudo del primo terremoto di stasera è stata calcolata a 5.2 ma si stanno verificando tutte le valutazioni del caso".

Gli eventi del 31 ottobre e del 1° novembre 2002 furono entrambi molto più forti della prima scossa di ieri sera ed entrambi ebbero una magnitudo pari a 5.7 della scala Richter, con il crollo totale o parziale di molti edifici, fra cui la scuola di San Giuliano di Puglia dove rimasero uccisi 27 bambini e due maestre.

Si è attivata una vera è propria sequenza sismica

Dalle 20,19 di ieri sera, quando la prima violenta scossa - lo ricordiamo - di magnitudo 5.1 ha colpito la provincia di Campobasso in Molise [VIDEO], si sono susseguite già decine di scosse minori, di cui tre superiori a magnitudo 3.0 della scala Richter, avvenute rispettivamente alle 20.30 vicino Guglione, alle 20.43 vicino Montecilfone e alle 21.28 nei pressi di Palata - dove tra l'altro vengono segnalati danni alle abitazioni private - e una pari a magnitudo 4.5 alle 22,22 con epicentro sempre molto vicino a Montecilfone.