Nel cuore della notte di oggi, 26 novembre 2019, più precisamente alle ore 3:54, una violentissima scossa di Terremoto di magnitudo momento 6.5 si è verificata lungo la costa dell'Albania. Il tremendo sisma ha scosso la nota città turistica di Durazzo, provocando enormi danni ad edifici e infrastrutture.

Sono collassate numerose strade e sembra continuino a giungere numerosi feriti in ospedale con traumi e lesioni multiple. Uno scenario tragico che si è realizzato nel buio della notte.

I primi dati scientifici sul terremoto sono stati diffusi in tempo reale dall'Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) che afferma che l'ipocentro è stato anche abbastanza superficiale, a soli 10 chilometri di profondità.

Tanta la paura non solo in Albania, ma anche negli Stati confinanti della penisola balcananica, e pure in Italia, dove il terremoto è stato fortemente avvertito in Puglia, Basilicata, Molise e Abruzzo.

Sicuramente con la luce del giorno avremo un quadro più chiaro della situazione che già, di per sé, si presenta enormemente grave.

Scossa di terremoto avvertita anche nel centro-sud Italia

Al centro-sud, il potentissimo terremoto ha risvegliato numerose persone che stavano dormendo, facendo temere il peggio per varie città del meridione.

Fortunatamente non si registrano, al momento, danni a persone o cose nelle nostre regioni.

Il sisma è stato avvertito, in particolare, secondo i dati forniti dalla piattaforma online "Hai sentito il terremoto?" - preposta alla raccolta e alla verifica dei questionari inviati in redazione - in Abruzzo, Basilicata, Molise e, soprattutto, in Puglia, dove è stata percepita come molto forte.

Non solo, la potenza della scossa si è in realtà propagata fino alla Pianura Padana e all'estero, oltre che nei Paesi della penisola balcanica, sarebbe stata avvertita addirittura fino in Svizzera, secondo quanto diffuso dall'Emsc.

Il terremoto arriva due mesi dopo la scossa di 5,8 che già aveva danneggiato Durazzo

Già due mesi fa, precisamente il 21 settembre 2019, una potente scossa di terremoto di magnitudo 5.8 della scala Richter, secondo i dati precedentemente diffusi dall'Ingv, aveva colpito nei pressi della città di Durazzo, provocando decine di feriti e danni, in particolare ad edifici vecchi, soprattutto nel monumentale centro storico cittadino, ma non solo.

Enormi fenditure avevano già indebolite alcune strutture che, si presume, si siano state adesso ulteriormente danneggiate con quest'altro ben più potente terremoto.

Nelle prossime ore sarà possibile fare una prima conta dei danni causati da parte di questo sisma notturno.

Segui la pagina Terremoto
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!