Un satellite russo dotato di un telescopio a ultravioletti ha registrato quelle che sembrano "esplosioni" all'interno dell'atmosfera, in una zona limpida e senza nubi. L'origine di questi fenomeni al momento non ha una spiegazione fisica nota. Il direttore dell'Istituto di ricerca di fisica nucleare della Moscow State University ha dichiarato che sono in corso studi approfonditi per tentare di capire la natura di questi eventi nuovi e sconosciuti.

Il satellite Lomonosov sta registrando misteriosi fenomeni nell'atmosfera

La natura, se di natura si tratta, non smette mai di stupirci.

Pubblicità

Il telescopio ultravioletto installato sul satellite russo Lomonosov ha registrato leggere "esplosioni" nell'atmosfera del nostro pianeta. Questa scoperta ora turba la comunità scientifica, poiché al momento non si hanno ancora spiegazioni per questo genere di fenomeni.

Mikhail Panasyuk, il direttore dell'Istituto di ricerca di fisica nucleare della Moscow State University ha rilasciato un'intervista alla rivista Sputnik in cui ha commentato il fenomeno. "Con l'aiuto del telescopio abbiamo ottenuto risultati più importanti di quanto ci aspettassimo: sembra che abbiamo incontrato un nuovo genere di fenomeno fisico.

Non conosciamo ancora la natura esatta di questi eventi, ma stiamo lavorando per scoprirla." Quindi ha spiegato: "Durante il volo del satellite Lomonosov, a diverse decine di chilometri di altezza, abbiamo registrato più volte una 'esplosione' di luce molto potente, ma tutto nel cielo era chiaro, senza tempeste, senza nuvole".

Il satellite russo Lomonosov e i suoi compiti

Il satellite astronomico russo Mikhailo Lomonosov della Moscow State University è stato lanciato nell'orbita terrestre nel 2016.

Pubblicità

Esso è stato progettato per osservare i fenomeni nell'atmosfera superiore della Terra, per studiare le caratteristiche della radiazione della magnetosfera del pianeta e per la ricerca cosmologica di base. Il suo peso è di 625 chilogrammi.

Il satellite è dotato anche di un telescopio spaziale per misurare lo spettro energetico e la composizione dei raggi cosmici (raggi ad alta energia provenienti dal cosmo e che arrivano costantemente sulla Terra). Inoltre, a bordo sono installati sistemi per lo studio delle esplosioni dei raggi gamma cosmici.

Nonostante tutte queste strumentazioni, i rilevamenti delle misteriose 'esplosioni' atmosferiche sono di un tipo nuovo e imprevisto, rilevabili dal satellite, ma ancora incomprensibili agli astrofisici.