Lo scorso venerdì, 22 marzo, nelle strade di San Cipriano d’Aversa, provincia di Caserta, un immigrato senegalese di 30 anni con aria minacciosa ed un bastone di legno tra le mani. Dopo aver sfogato la sua rabbia anche contro gli agenti, l'uomo è stato arrestato e condotto in carcere.

Paura a Caserta, immigrato inveisce contro i passanti: 'Vi ammazzo tutti'

Un grande spavento per gli abitanti del comune campano. Il senegalese 30enne, in evidente stato di alterazione, si è lasciato andare ad affermazioni decisamente pesanti anche al cospetto di una volante della polizia.

Pubblicità
Pubblicità

Prima di essere fermato, il 30enne si è scagliato in più occasioni contro gli agenti accorsi sul posto, a seguito delle numerose segnalazioni ricevute dai cittadini presenti.

Ancora poco chiari i motivi di una simile follia. Le frasi pronunciate dall'uomo, però, non sono passate inosservate. Dopo che l'intero episodio è stato catturato in un video condiviso sul sito "La Rampa", diverse altre testate giornalistiche hanno riportato quanto segue: "Italiani di m...., vi ammazzo tutti! Vaf......, è un paese di m...".

Queste sono solo alcune delle espressioni che i passanti, e gli stessi uomini delle forze dell'ordine, sono stati costretti ad ascoltare. Nemmeno per le donne sono state risparmiate deplorevoli offese: "Put.....".

Immigrato semina il panico a San Cipriano d’Aversa

Una volta raggiunta la centrale di Casapenna, lo stato di agitazione dell'uomo è tornato a palesarsi in maniera violenta. Dopo ulteriori insulti rivolti agli agenti, nel corso di un disperato tentativo di liberarsi, l’extracomunitario se l'è presa con una delle auto d’ordinanza, rimasta purtroppo danneggiata.

Pubblicità

Gli agenti, con molta fatica, sono poi riusciti a placare il 30enne. Su di lui pendono le accuse di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, oltre che danneggiamento aggravato. Dopo aver proceduto all'identificazione del soggetto, la situazione si è fatta più chiara: si tratta di un pluripregiudicato da tempo noto alle autorità. Al suo attivo ci sono altri reati di violenza e numerosi trascorsi legati allo spaccio di droga. Dopo la convalida del fermo, l'immigrato è stato condotto nel carcere di Poggioreale (Napoli), dove rimarrà in attesa di giudizio.

Tanta paura, ma fortunatamente nessuno ha riportato lesioni fisiche gravi. La pronta segnalazione dei passanti ha contribuito all'immediato arresto dell'uomo.

Leggi tutto