Ancora una volta Traffik e Gallagher tornano al centro delle attenzioni mediatiche e, ancora una volta, le loro canzoni c'entrano ben poco. Stando a quanto riportato da innumerevoli testate giornalistiche questa mattina, i due sarebbero stati infatti arrestati, con l'accusa di aver rapinato, aggredito, inseguito e minacciato quattro persone: un cinquantenne di nazionalità bengalese e tre ragazzi, con ogni probabilità loro fan, che li avevano avvicinati per chiedere una foto, tra questi anche una minorenne.

Ad arrestare i due sono stati i Carabinieri della stazione Macao di Roma, in collaborazione con i colleghi della Stazione di Novara.

Pubblicità

La ricostruzione dei fatti

I due trapper, rispettivamente di 25 e 23 anni di età, sono accusati di aver aggredito i sopracitati giovani nelle vicinanze della stazione Termini, facendo addirittura uso di un tirapugni, cercando poi, senza riuscirci, di prendere possesso dei telefoni dei ragazzi.

Le vittime dell'aggressione avevano avvicinato i due cantanti con lo scopo di ottenere degli autografi. La reazione di Traffik e Gallagher sarebbe stata però tutt'altro che entusiasta, al punto da far scattare l'aggressione e il conseguente inseguimento, durante cui i due sarebbero riusciti a malmenare anche un'altra persona, ovvero il suddetto cittadino del Bangladesh.

Quest'ultimo sostava ad una fermata dell'autobus e sarebbe stato percosso con calci e pugni. Anche in questo caso i due avrebbero cercato di sottrarre il telefono alla vittima, fallendo nel loro intento grazie all'intervento di alcune persone che si trovavano nelle vicinanze ed avevano assistito alla scena.

Nel tentativo di dileguarsi per sfuggire alla furia dei due trapper, il bengalese è stato poi investito da un automobile che transitava in quell'area.

L'arresto

Le indagini delle forze dell'ordine hanno permesso in breve tempo di comprendere l'ordine degli eventi, nonché di identificare i responsabili.

Pubblicità

Fondamentale in tal senso l'accurata testimonianza del cittadino bengalese, individuato dai carabinieri proprio grazie alla documentazione dell'ospedale che lo aveva curato dopo la sua disavventura, nonché il riconoscimento fotografico delle altre tre vittime. Gallagher é stato rintracciato a Novara, dove si era recato negli ultimi giorni, mentre Traffik che soltanto due giorni fa era salito alla ribalta delle cronache per essere andato in escandescenza fuori da un noto fast food del centro, è stato raggiunto dalle forze dell'ordine a Roma, nel quartiere Parioli.

Al momento Traffik è detenuto nel carcere di Novara, mentre Gallagher si trova agli arresti domiciliari.