Un incidente stamattina ha dato un brusco risveglio alla città di Venezia. Nel canale della Giudecca, una nave da crociera Msc si è scontrata con un battello turistico. Ci sarebbero alcuni feriti. Una delle prime ipotesi è che si sia rotto un cavo di traino della nave. E con questo evento, subito si riaccendono le polemiche per il passaggio di imbarcazioni così grandi dentro la famosa città italiana.

Incidente a Venezia tra una nave da crociera e un battello

Tutto è accaduto verso le 8.30, nel canale della Giudecca. Una nave da crociera della Msc sembra aver perso il controllo della propria rotta e si è quindi andata a schiantare contro un battello turistico, chiamato "Michelangelo".

Quest'ultimo è una delle imbarcazioni che percorrono il Brenta in occasione dei tour per turisti tra le ville venete. Alcune persone sarebbero rimaste ferite in modo lieve, ma due sarebbero comunque state portate in ospedale per precauzione.

Stando alle prime ricostruzioni, la nave da crociera "Opera" era attraccata al molo di San Basilio. Lì avrebbe tamponato a poppa il battello turistico, egualmente ormeggiato. Sembrerebbe che i rimorchiatori non siano riusciti ad evitare che la grande nave venisse trascinata dalla corrente, e finisse perciò proprio contro l'imbarcazione più piccola.

Ora l'ipotesi più probabile è che a scatenare l'incidente sia stata la rottura di uno dei cavi che legava la nave da crociera ai rimorchiatori che dovevano condurla fino alla Marittima.

Il presidente della "Rimorchiatori Uniti Panfido" (Società che appunto stava rimorchiando la "Opera"), Davide Calderan, ha raccontato invece all'Ansa che ci sarebbe stata anche un'avaria al motore, subito riportata dal comandante. Il motore della nave da crociera, dunque, si sarebbe bloccato in fase di spinta, e per questo la velocità sarebbe aumentata al punto tale da rendere la nave da crociera ingestibile.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Cronaca Nera

I commenti delle autorità

Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia, in un tweet ha subito riportato l'evento, e si è recato sul posto assieme alle forze dell'ordine e ai soccorsi. A causa dell'incidente, il sindaco ha anche comunicato l'annullamento della famosa Regata e del Corte della Sensa. La decisione è stata presa per dare precedenza ai soccorsi. Su Facebook Brugnaro ha quindi affermato che tenere ancora aperto il canale della Giudecca alle grandi navi da crociera è evidentemente "impensabile", e ha chiesto perciò l'apertura del canale Vittorio Emanuele.

Anche Danilo Toninelli, ministro dei trasporti, è intervenuto tramite Twitter. Anche lui è tornato sulla questione del passaggio delle grandi navi a Venezia, e ha ribadito la posizione secondo cui questa scelta è deleteria per la città e va modificata al più presto.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto