In seguito all'indubbia disfatta subita alle elezioni europee, il leader pentastellato Luigi Di Maio decide di sottoporsi al voto della piattaforma Rousseau, poiché vuole capire se ha ancora la fiducia del Movimento. Nel suo lungo intervento spiega quindi le motivazioni dietro questa decisione, ma non nasconde la forte delusione: "Non credevo che lavorare tanto fosse una colpa."

Voto online per confermare la fiducia a Di Maio

Le elezioni europee sono state forse il peggior risultato nella storia del Movimento 5 Stelle.

Dopo anni di inesorabile ascesa, per la prima volta invece il voto ha dato il verdetto indiscutibile di una netta sconfitta.La decisione di Di Maio è dunque arrivata in un momento particolarmente complesso: quando anche il senatore Gianluigi Paragone, una delle voci forti del Movimento, ha messo a disposizione le proprie dimissioni e ha dichiarato che andrebbe rivisto l'eccesso di ruoli avuto al momento da Di Maio. Proprio per queste ragioni il leader ha deciso di sottoporsi al voto sulla piattaforma Rousseau, per capire se ha ancora il sostegno della base.

Ha annunciato lui stesso la decisione, tramite un lungo post apparso sul Blog delle Stelle. In esso, ha spiegato di aver ricevuto molti messaggi di incoraggiamento, ma anche altri che lo hanno fatto riflettere. E per questo ha deciso di "metterci la faccia", poiché dichiara di non essersi mai sottratto alle sfide, "a differenza di alcuni".

Afferma quindi di avercela messa tutta, e rivendica orgogliosamente il lavoro svolto sinora su reddito di cittadinanza, quota 100, smantellamento del jobs act, blocco delle trivelle in mare e aiuto alle piccole e medie imprese.

Conclude quindi con una nota amara, delusa, ma che lancia al contempo un segnale forte: "Mai avrei pensato che lavorare tanto potesse essere una colpa…"

Di Battista: 'Politici e commentatori tv hanno volti di giubilo, credono di essersi salvati'

Domani, dalle 10 alle 20, si voterà dunque sulla piattaforma Rousseau il destino di Di Maio e, forse, in buona parte anche quello del governo. Nel frattempo Alessandro Di Battista, da molti ritenuto il futuro del M5S, ha pubblicato un lungo post su Facebook in cui ha ammesso che questo è un momento di difficoltà, ma si dice convinto che ora "si ricomincia come sempre".

A suo parere, inoltre, molti politici e commentatori Tv, da sempre contrari al M5S, starebbero gioendo perché credono di aver trionfato, e perciò invita i militanti del Movimento a farsi forza e a trovare proprio in tutto questo la forza per ripartire. A suo parere, sino a quando ci saranno così tanti avversari per i pentastellati, quest'ultimi avranno ragione di esistere.

In conclusione, si riferisce direttamente Di Maio dichiarando che chi è in difficoltà va sempre sostenuto, e lo si può sostenere solo "dicendogli in faccia cosa non è andato bene e proponendo idee e cambiamenti".

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Conclude quindi dicendosi speranzoso per il futuro.

Segui la nostra pagina Facebook!