Non ce l'ha fatta il pitbull che nella giornata di ieri è stato colpito da alcuni proiettili sparati da un agente di Polizia a Napoli, nel tentativo di allontanarlo e fargli mollare la presa in quanto il cane aveva aggredito con un morso un loro collega. Tutto è accaduto durante il controllo di un uomo che si trovava agli arresti domiciliari, in via Cesare Rosaroll: i poliziotti si sono recati da lui per notificargli un provvedimento, ma quando il molosso ha visto gli uomini in divisa avvicinarsi al suo padrone si è buttato addosso ad uno di loro, ferendolo. A questo punto gli agenti hanno fatto di tutto per allontanare il cane, e non hanno avuto altra scelta se non quella di sparargli.

Pubblicità
Pubblicità

Non volevano ucciderlo

Si deve precisare che gli agenti della Polizia di Stato non volevano assolutamente uccidere il cane, ma solo liberare dalla morsa dell'animale il loro collega. Subito dopo la sparatoria si sono vissuti dei momenti a dir poco concitati, in quanto l'uomo agli arresti avrebbe sferrato un pugno all'agente che ha sparato all'animale. Sono impressionanti le immagini diffuse dai media locali e nazionali, in cui si sentono alcune persone che urlano ai poliziotti di non fare del male all'animale.

Pubblicità

Sono stati gli stessi agenti a chiamare i soccorsi, in particolare l'ambulanza veterinaria, che però avrebbe tardato ad arrivare. A questo punto la Polizia non ha avuto altra scelta: ha caricato il pitbull nella macchina di servizio e lo ha portato in una clinica veterinaria specializzata. Purtroppo, nonostante tutti i tentativi di salvare l'animale, e riconsegnarlo quindi al suo padrone, per lui non c'è stato nulla da fare: è deceduto poco dopo il suo arrivo, erano troppo gravi le ferite inferte dal proiettile.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Uomo denunciato

I poliziotti hanno quindi denunciato l'uomo per possesso di pitbull proibito. Infatti, secondo quanto riferisce il quotidiano Repubblica, il molosso sarebbe stato sprovvisto di microchip, almeno questo emergerebbe dalle prime indagini degli inquirenti. L'inchiesta sul caso comunque continuerà nei prossimi giorni. Sicuramente non si tratta della prima aggressione improvvisa di un pitbull, e molto probabilmente non sarà neanche l'ultima.

Ad informare della morte dell'animale è stata una nota della stessa Questura. L'episodio in questione si è verificato tra l'altro in un quartiere popolare di Napoli. C'è stata ovviamente apprensione quando i residenti hanno sentito gli spari dei poliziotti verso il cane. Nel video, che sta facendo il giro della rete, si vedono chiaramente le numerose volanti intervenute sul luogo del fatto di cronaca e il pitbull che si scaglia contro gli agenti.

Pubblicità

Sicuramente nelle prossime ore, o al massimo nei prossimi giorni, si potranno conoscere ulteriori particolari su questo spiacevole episodio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto