Una terribile tragedia si è verificata ieri sera ad Andria, nella provincia pugliese Bat, dove un uomo di 28 anni, Giovanni Di Vito, è morto dopo essere stato accoltellato per strada da un 50enne del posto, una persona quest'ultima già nota alle Forze dell'Ordine per alcuni precedenti di natura penale. Secondo quanto riferisce la stampa locale e nazionale, il dramma è scaturito al culmine di una lite.

I due si trovavano nelle rispettive autovetture nel centro della cittadina pugliese: insieme al 28enne viaggiavano sua moglie e il figlioletto di soli cinque anni. Ad un tratto, pare per una mancata precedenza, i conducenti si sono affrontati. Quella che sembrava una lite fatta solo di parole, all'improvviso si è trasformata in tragedia: il 50enne ha estratto un coltello e ha colpito violentemente al petto la vittima.

Erano le ore 19:00: sul posto è giunta immediatamente un'ambulanza del 118 che ha trasportato il ferito in ospedale. Purtroppo la ferita era troppo grave e intorno alle ore 20:30 Di Vito è deceduto.

La tragedia sotto gli occhi della moglie

Sotto choc la moglie della vittima, che ha assistito praticamente a tutta la scena. Sarebbe stata lei, secondo quanto riferisce il quotidiano Il Messaggero, ad allertare i soccorsi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Sul posto si è recata immediatamente la Squadra Mobile della polizia di Stato, che ha provveduto ad eseguire i rilievi del caso. Secondo quanto stabilito dagli inquirenti, il fendente inferto all'uomo sarebbe stato soltanto uno. Il presunto assassino è stato rintracciato poco dopo dai poliziotti: questo è stato possibile grazie alla visione dei filmati ripresi dalle telecamere della zona e grazie alle preziose testimonianze dei presenti. La vicenda ha destato sconcerto in tutta la Puglia e non solo.

Il 50enne portato in carcere

Su disposizione del magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Trani, l'uomo sospettato di aver ucciso il giovane è stato sottoposto a fermo. Attualmente si trova nel carcere tranese, in attesa dell'interrogatorio di convalida del fermo. Il dramma si è verificato come già detto nel pieno centro di Andria, precisamente in via Puccini. Inoltre, pare che il 50enne fosse alla guida di una Mercedes, almeno così riferisce l'agenzia Ansa.

Sicuramente nelle prossime ore, o al massimo nei prossimi giorni, si potranno conoscere ulteriori dettagli su questo brutto episodio, il secondo che sconvolge la Puglia in pochi giorni: come si ricorderà, infatti, è del 10 settembre scorso la notizia di un altro omicidio, avvenuto però stavolta a Brindisi. A rimanere ucciso in quel caso fu un 19enne del posto, che risiedeva al rione Perrino. La vittima fu raggiunta da almeno tre colpi d'arma da fuoco sparati all'altezza della testa: uno dei proiettili gli ha provocato una ferita rivelatasi letale.

Il killer non è stato ancora rintracciato.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto