Uno studente disabile, Niccolò Bizzarri, ha perso la vita a Firenze, dopo essere caduto a causa di una buca situata nel selciato della piazza. Trasportato immediatamente in ospedale, è morto dopo alcune ore. La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, mentre sarà effettuata l'autopsia sul corpo per comprendere le cause del decesso. Per adesso non c'è nessun indagato.

Disabile 21 enne cade dalla carrozzina a Firenze: il decesso dopo poche ore

In piazza Brunelleschi, a Firenze, uno studente disabile di 21 anni è caduto dalla sua carrozzina mentre percorreva il selciato.

Il suolo era sconnesso e, dopo la caduta, Niccolò ha battuto la testa su alcune pietre. Le condizioni del ragazzo, in un primo momento non sono apparse gravi; è stato portato in ospedale a Santa Maria Nuova per le cure necessarie.

La caduta si è verificata intorno alle 13 di lunedì 14 gennaio, ma la situazione del ragazzo è precipitata in serata, probabilmente a causa di un arresto cardiaco. I tentativi di rianimazione da parte dell'anestesista e del cardiologo si sono rivelati inutili e il 21enne ha perso la vita.

Il corpo di Niccolò sarà sottoposto all'esame autoptico come stabilito dalla Procura di Firenze che ha aperto un fascicolo sul caso. All'istituto di medicina legale di Careggi si potrà fare chiarezza sulle cause che hanno provocato la morte del ragazzo. Il selciato su cui è caduto Niccolò è stato sequestrato e presentava una buca di 10 centimetri, riasfaltata al momento del sequestro.

Niccolò Bizzarri, studente caduto per una buca, era amato da tutti

Secondo la testimonianza dell'amico Filippo Ungar, riportata da Fanpage, la vittima si trovava sulla strada perché il marciapiede era troppo stretto per la carrozzina. A causa di una buca, la sedia di Niccolò si è ribaltata, facendolo cadere in avanti e ferendolo al viso. Nella caduta, il 21enne ha perso anche un dente e non riusciva a muovere il braccio destro, quindi è stato trasportato immediatamente in ospedale dove è stato trattenuto tutto il pomeriggio: poi, la brutta notizia.

Gli investigatori seguiranno tutte le procedure necessarie a fare luce sulla vicenda che per il momento non ha nessun indagato, ma il pm Alessandra Falcone ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. Per le indagini saranno utili le telecamere di sicurezza della zona, adesso al vaglio degli inquirenti che stanno visionando i filmati per ricostruire il momento della tragica caduta. Inoltre, è stata sequestrata anche la cartella clinica, per capire se al momento del decesso il paziente fosse ancora ricoverato al pronto soccorso o fosse stato dimesso e prossimo a lasciare la struttura ospedaliera.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

La procura di Firenze indaga per omicidio colposo dopo la morte della studente caduto

Niccolò Bizzarri studiava Lettere Antiche ed era rappresentante degli studenti per Lista Aperta. Sulla pagina a Facebook di quest'ultima, i suoi amici hanno scritto parole ricche di affetto per ricordare l'impegno del 21enne in facoltà, benvoluto da tutti e sempre disponibile. Nella serata di ieri, martedì 14 gennaio, si sono riuniti 400 partecipanti nella Parrocchia di San Michele a San Salvi: per gli amici ed i compagni di facoltà, Niccolò rappresentava un punto di riferimento.

Chi lo conosceva lo ha descritto come un ragazzo pieno di vita, sempre in prima linea nonostante le numerose difficoltà che incontrava nella vita quotidiana a causa della sua disabilità. Il ragazzo, infatti, spesso era costretto a chiedere ai professori di cambiare le aule dei corsi universitari perché era impossibilitato a raggiungerle.

I genitori di Niccolò Bizzarri hanno voluto ricordare il ragazzo con una poesia scritta dallo stesso ragazzo, di cui alcuni versi recitano: "Nel mattino torno a vivere, per la grandezza di un altro giorno".

Segui la nostra pagina Facebook!