Capodanno in tragedia ad Ascoli Piceno, dove un ragazzo di soli ventisei anni di età ha perso la vita in seguito ad una caduta a Colle San Marco, frazione del comune marchigiano. Da quanto si apprende da una prima sommaria ricostruzione del tragico avvenimento, sembrerebbe che, allo scoccare della mezzanotte, il giovane abbia cercato di intervenire per evitare il propagarsi delle fiamme provocate da un principio di incendio di alcune sterpaglie in seguito all'esplosione dei fuochi d'artificio per i festeggiamenti del capodanno.

Il giovane è morto sul colpo per le gravi ferite

Per cause ancora in corso di accertamento, il ventiseienne sarebbe precipitato in una zona scoscesa ed impervia, facendo un volo da un'altezza di almeno cinquanta metri. Le persone che si trovavano in sua compagnia hanno prontamente dato l'allarme e chiamato i primi soccorsi: sul luogo della tragedia sono immediatamente giunti gli uomini del corpo nazionale dei vigili del fuoco, unitamente agli operatori del personale medico-sanitario del 118. I medici, dopo aver raggiunto il ragazzo con non poche difficoltà, hanno cercato in tutti i modi di rianimarlo ma invano, purtroppo.

Il giovane è morto sul colpo a causa delle gravissime ferite riportate in seguito alla caduta. Il decesso è avvenuto intorno alle ore 01:50 a causa di un arresto cardiaco. Valerio Amatizi, questo il nome della vittima, laureato in disegno industriale presso l'Università di Camerino, era originario di Capodacqua di Arquata del Tronto, dove viveva assieme alla propria famiglia. Tutti lo ricordano come un ragazzo sempre disponibile, molto generoso e altruista: fu tra i primi soccorritori del sisma della notte del 24 agosto 2016 ad Amatrice.

Numerosissimi sono stati i messaggi di cordoglio, solidarietà e vicinanza alla famiglia del ragazzo apparsi sui social network, in particolare su Facebook, una volta che la notizia si è diffusa.

Le indagini: sulla salma è stata disposta l'autopsia

La Procura della Repubblica presso il tribunale di Ascoli Piceno ha disposto sulla salma di Valerio Amatizi la ricognizione cadaverica. L'esame autoptico da parte del medico legale avverrà nella giornata di domani, giovedì 2 gennaio.

In sostanza, si tratta di un atto dovuto, considerata la giovanissima età della vittima. L'autopsia, infatti, verrà eseguita con il cosiddetto 'modello 45', utilizzato dall'autorità giudiziaria per casi che non costituiscono notizia di reato. Il Comune di Ascoli Piceno ha dedicato a Valerio il concerto di Capodanno, in programma al Teatro Ventidio Basso: prima dell'inizio dello spettacolo musicale è stato osservato un minuto di silenzio in ricordo della vittima.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!