Un giovane ragazzo di 27 anni di origine calabrese ha tragicamente perso la vita in Lombardia dopo essere rimasto coinvolto in una esplosione avvenuta all'interno della propria abitazione. La causa di quanto si è verificato sarebbe stata una fuga di gas. Sul luogo si sono recati i sanitari del 118 che hanno potuto constatare solo l'avvenuto decesso del ragazzo e i vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza l'area. Le forze dell'ordine stanno continuando a ricostruire al meglio la dinamica.

Bergamo, il giovane ha perso la vita a causa di un'esplosione

Un 27enne originario della Calabria, precisamente del comune di Vibo Valentia, ha tragicamente perso la vita nella giornata di ieri 16 marzo in provincia di Bergamo, nella cittadina di Seriate, dopo che il suo appartamento è esploso a causa di una fuga di gas. Da quanto si apprende il ragazzo, che si chiamava Lorenzo Giannini, si era trasferito in questo nuovo appartamento da soli 3 giorni e si trovava in isolamento come tutti i cittadini italiani.

L'abitazione non era ancora stata completamente arredata, il giovane infatti stava aspettando la fine dell’emergenza sanitaria per andarci ad abitare definitivamente. Purtroppo però, intorno alle ore 8:30 di ieri mattina, una forte esplosione ha devastato l’appartamento.

Le dinamiche della vicenda

Al momento sembrerebbe che, alla base di quanto si è verificato, vi è stata una fuga di gas. Secondo i vigili del fuoco e le forze dell'ordine, infatti, il metano avrebbe saturato l'intero appartamento: a quel punto il ragazzo avrebbe acceso la luce, facendo avvenire l'esplosione che ha distrutto completamente gli infissi e danneggiato in modo serio i locali situati al pianterreno.

Fortunatamente all'interno del locali non vi era nessuno in quanto erano chiusi come previsto dalle normative attualmente vigenti in Italia.

Sul luogo si sono precipitati i sanitari del 118 che hanno potuto constatare solo l'avvenuto decesso del 27enne. Oltre al personale medico si sono recati i vigili del fuoco che hanno dovuto lavorare duramente per mettere in sicurezza l'intera area. L'intero palazzo è stato dichiaro inoltre inagibile.

A causa dell'esplosione una vicina di casa sarebbe rimasta ferita in modo lieve, un'altra persona sarebbe invece rimasta illesa.

Il dolore a Vibo Valentia

Il ragazzo, come precedentemente detto, era originario della città di Vibo Valentia, precisamente della frazione di Vibo Marina. Nella cittadina vi è sgomento e incredulità per quanto è accaduto. Sono tantissimi gli attestati di vicinanza alla famiglia da parte degli amici e dei conoscenti del ragazzo che sono impossibilitati a recarsi nel bergamasco a causa dell'emergenza sanitaria italiana.

Segui la nostra pagina Facebook!