Il sindaco di Messina, Cateno De Luca, continua a far parlare di sé a causa del suo atteggiamento contro le decisioni del Governo in merito alla situazione "Coronavirus", eppure è riuscito a farsi valere ed ottenere il rimborso delle bollette per le famiglie attualmente in difficoltà. Si tratta di una soluzione temporanea che ha come obiettivo quello di aiutare i cittadini. Da settimane si parlava di questa possibilità, ma nessuno era ancora riuscito a far trapelare nessuna novità in merito.

'Siamo stati gli unici in grado ad attuare un sistema del genere', ha detto il sindaco durante una delle sue dirette, 'dobbiamo essere orgogliosi delle misure che abbiamo attuato'.

Con queste parole il primo cittadino continua a mostrarsi a testa alta e con una grinta forse senza eguali.

Coronavirus a Messina: il comune rimborsa le bollette di gas e luce ai cittadini

Arriva dal sindaco De Luca la notizia la notizia che conferma le voci che lui stesso aveva messo in giro nelle settimane addietro. Il Comune di Messina rimborserà le bollette di luce e gas a tutte le famiglie che soffrono in maniera particolare la crisi causata dal coronavirus. L'attuazione di questa misura è stata rimandata a causa di alcuni problemi insorti con il bonus della "Messina Family Card" che ha impegnato tutte le forze disponibili nella risoluzione degli stessi.

Da alcuni giorni, infatti, dopo qualche piccolo intoppo che ha causato il rallentamento delle domande, i bonus spesa sono stati recapitati alle famiglie che ne hanno fatto richiesta e che sono state ritenute idonee dai gestori del servizio.

Adesso si può pensare tranquillamente a gestire le domandine relative alla richiesta del rimborso delle bollette.

Messina: al via il bando per il rimborso delle bollette

Dopo circa due mesi di una crisi non solo sanitaria ma anche economica, il comune di Messina ha deciso di effettuare delle manovre per riuscire a tutelare non solo la salute dei cittadini, ma anche la situazione dei meno fortunati.

Si tratta di una situazione che ha messo in ginocchio la maggior parte degli italiani e, chi più chi meno, ha cercato di muoversi per impedire una ulteriore diffusione del virus ed un peggioramento della situazione economica nazionale.

Secondo quanto comunicato dal primo cittadino, Cateno De Luca, dalla giornata di domani partirà il bando per richiedere il rimborso delle bollette di luce e gas ed i cittadini con difficoltà economiche legate alla situazione attuale potranno farne richiesta. Le bollette in questione sono, purtroppo, pagamenti fissi che ogni famiglia è tenuta ad effettuare mensilmente (in base al contratto sottoscritto con le aziende fornitrici) e non tutti sono in grado di sopportarne il peso in un periodo come questo. L'economia del paese si è fermata, ma il fisco continuano a richiedere ai cittadini quel che gli spetta.

La domandina, quindi, sarà disponibile nei prossimi giorni e potranno compilarla anche coloro che godono già di un supporto economico che non risulta sufficiente per coprire questa spesa.

Ancora una volta, quindi, il sindaco De Luca si mostra vicino ai propri cittadini battendosi a denti stretti ed andando anche contro le istituzioni stesse. Ulteriori aggiornamenti sulla questione, e non solo, vengono giornalmente forniti dallo stesso durante l'ormai continuo appuntamento del pomeriggio. Continuerà dunque a rispondere alle domande dei cittadini in diretta da uno degli uffici del Comune, pronto a fornire tutte le delucidazioni necessarie in merito anche all'inizio della fase 2 e di ciò che accadrà nei giorni successivi al 4 maggio.

Come e quando sarà possibile richiedere il rimborso delle bollette

Come è stato anticipato dal sindaco Cateno De Luca, il bando per il pagamento delle bollette di acqua, luce e gas è già stato preparato e si attendono solo le tempistiche tecniche per riuscire a renderlo reperibile a chiunque. Secondo quanto comunicato dalle reti televisive locali e da alcuni quotidiani, la piattaforma alla quale si dovrà accedere per richiedere il rimborso è la stessa utilizzata per richiedere il bonus spesa della Messina Family Card, ovvero tramite il portale familycard.comune.messina.it.

L'accesso a tale portale è ancora riservato a coloro che vogliono richiedere la family card per ricevere un aiuto economico per le provvigioni di cibo, ma da giorno 30 aprile dovrebbe essere garantito anche l'accesso per quanto specificato.

I fondi stanziati per il pagamento delle bollette relative ai mesi di marzo e giugno si aggirano attorno ai 5 milioni di euro e verranno sommati ai circa 6 milioni che lo stesso comune dovrebbe mettere a disposizione dei cittadini in difficoltà per il pagamento degli affitti relativi alle abitazioni principali.

Per adesso, non resta che attendere le ore 10.00 del 30 aprile per riuscire ad avere accesso alla piattaforma ed entrare in possesso del bando.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Abbassa Bollette
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!