Tragedia alla Grotta Urlante, cascata situata a Premilcuore, in provincia di Forlì-Cesena.

Luna Fiorio, 21enne di origine italiana ma residente in Germania, ha perso la vita probabilmente nel tentativo di tuffarsi sul gorgo del fiume Rabbi. Per la giovane non c'è stato nulla da fare: la ragazza è deceduta durante la corsa in ospedale. La ragazza si trovava in Italia in quanto impegnata nel progetto Erasmus.

Forlì: Luna Fiorio perde la vita nel tentativo di tuffarsi dalla Grotta Urlante

Nel pomeriggio del 29 giugno Luna si è recata, insieme a un gruppo di amici, presso la Grotta Urlante, cascata situata in località Giumella.

La tragedia si è consumata intorno alle ore 4 del pomeriggio e secondo una prima ricostruzione dei fatti la ragazza avrebbe scavalcato la barriera di protezione, probabilmente con l'intento di tuffarsi nel gorgo del fiume Rabbi. A causa di una probabile perdita dell'equilibrio sarebbe scivolata sulle rocce, per poi cadere nel vuoto da un'altezza di 13 metri. L'impatto è stato fatale: la giovane ha sbattuto la testa in un roccia, perdendo subito i sensi.

Dagli amici della giovane, in stato di choc, è scattata subito l'allerta ai soccorsi. Sul luogo della tragedia sono accorsi i carabinieri della stazione di Meldola (intervenuti per effettuare tutti i rilievi del caso, in maniera tale da ricostruire l'esatta dinamica dei fatti), il Soccorso Alpino e il personale sanitario del 118, intervenuto con l'automedica e l'ambulanza.

Non è stato possibile usufruire dell'elimedica decollata da Ravenna a causa delle condizioni meteorologiche avverse: troppo forte il vento presente. La ragazza è deceduta durante il trasferimento in ospedale. Il magistrato di turno ha disposto la restituzione della salma ai familiari, che sono stati contattati dai carabinieri grazie all'aiuto degli gli amici di Luna.

Il vicesindaco di Premilcuore: 'Abbiamo messo dei divieti perché i pericoli sono reali e non vanno sottovalutati'

Nella zona in cui si è consumata la tragedia è vietato fare il bagno e i turisti che giungono nelle cascate hanno l'opportunità di visionare l'apposita segnaletica che è stata fatta affiggere dall'amministrazione comunale.

Il livello di pericolo è molto alto, come ricorda il vicesindaco di Premilcuore Sandro Baruffi sulle pagine del Resto del Carlino: "Ovviamente siamo favorevoli ai turisti che vengono a prendere il sole e a godersi il fresco lungo il fiume, ma abbiamo messo dei divieti perché i pericoli sono reali e non vanno sottovalutati".

La tragedia di Luna Florio è accaduta pochi giorni prima del suo compleanno (avrebbe compiuto 22 anni il 1° luglio). La ragazza ha vissuto a Treviso fino all'età di 14 anni, per poi trasferirsi con la sua famiglia in Germania. Da gennaio era ritornata in Italia per prendere parte, per un anno, al progetto Erasmus. Lascia il padre Stefano, la mamma Monica e la sorella Noa.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!