Un escursionista, Tiziano Scarsini, ha perso la vita a 62 anni precipitando nel vuoto, mentre stava tentando di raggiungere la vetta del Monte Sernio (provincia di Udine) con un amico. Il fatto è accaduto il 10 agosto, nel momento successivo in cui la vittima ha scattato delle foto al suo compagno di escursioni.

Illegio piange la perdita di Tiziano Scarsini: l'uomo è precipitato nel vuoto a causa di un probabile appiglio rotto

Tiziano Scarsini si è spento in seguito alle gravi ferite riportate dopo la caduta, avvenuta durante un'escursione intorno alle 15:40 di lunedì 10 agosto. L'uomo era in compagnia di un suo amico e insieme stavano scalando il Monte Sernio per festeggiare il loro lungo legame.

Secondo una prima ricostruzione, mentre i due erano a quota 1.900 metri, il sessantaduenne stava scattando delle foto al suo amico, per poi restituirgli il cellulare, quando improvvisamente è precipitato nel vuoto. La rottura di un appiglio potrebbe essersi rivelata fatale per l'escursionista che è caduto su un primo pulpito, facendo poi un salto di circa cento metri. Il suo compagno ha subito chiamato i soccorsi e ha fatto scattare l'allarme.

Sul posto, in elisoccorso, è giunta l'equipe medica con il tecnico di elisoccorso e un soccorritore della guardia di finanza, ma per Tiziano Scarsini non c'è stato più niente da fare. Il violento impatto della caduta ha provocato il decesso sul colpo. Altri uomini del soccorso alpino sono arrivati successivamente, insieme dall'elicottero della Protezione Civile, per recuperare il corpo.

Le operazioni di recupero sono durate fino alle 20. L'altro amico, in buone condizioni di salute ma provato dalla tragedia, è stato imbragato e trasportato a valle con l'elisoccorso.

I due escursionisti volevano arrivare sulla vetta per brindare alla loro amicizia

I due escursionisti non stavano effettuando il percorso legati in cordata e la salita che stavano affrontando è una delle più note in ambito alpinistico in Friuli.

Tiziano Scarsini era originario di Illegio, un comune in provincia di Udine ed era un appassionato di alpinismo. Molto conosciuto dalla comunità, l'uomo stava scalando il Monte Sernio per brindare all'amicizia con il suo compagno di avventura. Se l'uomo non gli avesse passato il telefono subito dopo aver scattato la foto, l'amico non avrebbe potuto chiamare i soccorsi.

Come è stato scritto nel suo necrologio pubblicato sul Messaggero Veneto, Scarsini lascia due figli, Martina e Michele. I funerali dell'escursionista saranno celebrati venerdì 14 agosto presso la chiesa di Sant'Andrea, a Paderno. "La sua anima è sulle sue amate cime e vicino a tutti noi", si legge nel necrologio del 62enne, vittima di un incidente che gli ha strappato la vita.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!