Antonio Logli, condannato a vent'anni per l'omicidio della moglie Roberta Ragusa, presto si sposerà con la sua ex amante Sara Calzolaio. L'uomo, 57 anni, da poco più di un anno si trova rinchiuso nel carcere di Massa, in Toscana. L'indiscrezione, riportata dal settimanale Giallo (Cairo Editore), nelle scorse ore, è stata ripresa dai principali quotidiani. La scomparsa e la presunta morte di Roberta Ragusa è uno dei casi di cronaca nera più inquietanti degli ultimi 10 anni.

Il marito di Roberta Ragusa si risposa

Antonio Logli avrebbe chiesto alla sua compagna Sara Calzolaio, 37 anni, di sposarlo.

La donna, come riporta l'editoriale firmato da Gian Pietro Fiore, ha raccontato la particolare proposta, avvenuta ovviamente in carcere a Massa, dove Logli è rinchiuso dal luglio dello scorso anno. "Quando me lo ha chiesto, s'è presentato con il piccolo anello di plastica che ferma i tappi delle bottiglie di plastica" - ha riferito - "Si vergognava che fosse non un vero anello".

Adesso, che anche anche l'anagrafe de San Giuliano Terme (in provincia di Pisa) ha riconosciuto la morte della prima moglie di Logli, Roberta Ragusa, non ci sono più ostacoli al matrimonio. Antonio e Sara si sono conosciuti anni fa e, quando nel 2012, Roberta sparì nel nulla, avevano già una relazione clandestina. Sara era entrata nella vita dei Logli giovanissima: appena ventenne faceva la baby sitter ai figli della coppia, Alessia e Daniele.

Poi venne assunta, in qualità di assistente, nell'autoscuola gestita dalla famiglia.

'Roberta? Spero stia bene'

Roberta Ragusa scomparve all'età di 44 anni dalla sua abitazione di Gello (frazione di San Giuliano Terme), la notte tra il 13 ed il 14 gennaio 2012. All'epoca il matrimonio tra Roberta e Antonio era già in crisi: l'uomo aveva già un'amante, la giovane Sara Calzolaio e, come ricostruito in sede processuale, avrebbe ucciso la moglie per stare con lei.

Un anno dopo la scomparsa di Roberta, Sara, si trasferì nella villetta della coppia, La donna,che vorrebbe un figlio ha ammesso di non aver valutato adeguatamente la situazione di partenza di Antonio e le possibili conseguenze della loro storia.

La Calzolaio e Logli, comunque, si sono sempre dichiarati convinti entrambi convinti dell'esistenza in vita della Ragusa (punto cardine della difesa processuale del 57enne).

"Le voglio bene e spero che stia bene" ha detto la 37enne, sottolineando di avere un buon ricordo di lei. Tuttavia, come ha spiegato, lei e Antonio, da tempo, nutrono il desiderio di consolidare e rendere ufficiale la loro relazione. La proposta di matrimonio sarebbe arrivata qualche mese fa, prima del lockdown imposto dalla pandemia.

Segui la nostra pagina Facebook!