La procura della Repubblica di Nuoro nella mattinata del 20 ottobre, conferirà l’incarico all’anatomopatologo per effettuare l’autopsia sul corpo di Esperino Giobbe. L’allevatore di 73 anni, originario di Orotelli, trovato morto lo scorso sabato sera nelle campagne del paese. Per ora, infatti, il suo decesso è ancora avvolto nel mistero anche se, almeno inizialmente, si era pensato ad una morte naturale. L’uomo, sabato mattina, come tutti i giorni del resto, era andato nella sua azienda agricola di “Sa Serra”, in località “Su Viliche”, a una decina di chilometri dal paese di Orotelli. L’uomo infatti curava tutti i giorni i suoi animali ma sabato, non rientrando a casa al solito orario, aveva messo in allarme la moglie e la figlia che si erano preoccupate.

Le due donne, infatti, non vedendolo rientrare erano andate a cercarlo nell’azienda di famiglia e li avevano avuto la brutta sorpresa. Esperino Giobbe infatti era riverso per terra, all’interno del recinto dove generalmente le vacche vengono fatte radunare per poi effettuare la mungitura.

L’allevatore aveva numerose ferite in varie parti del corpo e soprattutto sul viso. Madre e figlia hanno immediatamente chiamato il 118 ed un’ambulanza medicalizzata ha raggiunto le campagne in località “Su Viliche”. Immediatamente gli operatori del soccorso hanno tentato di rianimare in tutti i modi il 73enne ma per l’allevatore non c’è stato nulla da fare. Il suo cuore aveva cessato di battere. Nelle campagne di Orotelli sono immediatamente intervenuti i carabinieri della stazione del paese, con il supporto dei colleghi della compagnia di Ottana e dei militari de comando provinciale di Nuoro, agli ordini del maggiore Saverio Aucello.

Le indagini e il trasferimento della salma

Gli investigatori dei carabinieri, immediatamente intervenuti nell’azienda agricola di “Sa Serra”, hanno subito avvertito il sostituto procuratore della Repubblica di Nuoro, Andrea Ghironi. Il magistrato, dopo aver sentito gli inquirenti, ha deciso di trasferire la salma di Esperino Giobbe all’interno dell’obitorio dell’ospedale San Francesco di Nuoro dove oggi, con tutta probabilità, sarà effettuato l’esame autoptico che potrà far capire le cause e le modalità della morte dell’allevatore.

Per ora gli inquirenti infatti non escludono nessuna pista. L’uomo potrebbe infatti essere stato ucciso ma, magari dopo un malore, potrebbe stato essere aggredito dagli animali che lui curava. Nel frattempo, ieri mattina, lunedì 19 ottobre, gli investigatori dell’Arma sono tornati nell’azienda agricola di Sa Serra per effettuare altri accertamenti, alla caccia di elementi utili che possano aiutare a ricostruire quello che può essere accaduto sabato sera.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!