Una rissa scoppiata nella serata di venerdì 29 gennaio in piena movida a Marina di Carrara è culminata in una lite tra due giovani con un minorenne che avrebbe colpito e ferito un ragazzo di 21 anni con dei cocci di bottiglia. Il minore si sarebbe avventato sul rivale proveniente da Arcola (provincia di La Spezia) e, con i resti taglienti di una bottiglia di vetro, gli avrebbe procurato due ferite alla schiena e una al cuoio capelluto.

Entrambi si sarebbero allontanati dai due gruppi che stavano litigando, inseguendosi e provando a colpirsi a vicenda con delle bottiglie rotte: una volta giunti nelle vicinanze del parcheggio, sarebbe stato il ventunenne di Arcola ad avere la peggio.

Gli agenti di polizia, giunti sul luogo dello scontro, il parco Caravella, hanno riportato che l'adolescente di 15 anni è stato fermato sul posto, mentre l'aggredito è stato trasportato in ospedale con un'ambulanza affinché gli fossero prestate tutte le cure del caso.

Rissa per futili motivi: denunciato quindicenne di Carrara

Il commissariato di Carrara ha comunicato che la violenta discussione tra i due giovani a Marina di Carrara è scoppiata per "futili motivi". Il ragazzo di 15 anni, già segnalato alle forze dell'ordine per possesso di marijuana e hashish per consumo personale, dopo essere stato fermato presso il parco Caravella è stato portato negli uffici della polizia locale per chiarire la sua posizione.

Le forze dell'ordine hanno fatto sapere che, durante la sua permanenza in commissariato, l'adolescente ha avuto un comportamento scontroso e violento nei confronti dei poliziotti. I genitori sono stati prontamente avvisati dell'accaduto e, dopo il loro arrivo nel luogo indicato, è scattata la denuncia nei confronti dell'aggressore del ventunenne spezzino per lesioni e porto abusivo di oggetti atti a offendere.

Sembra, infatti, che il fermato avesse nella tasca dei pantaloni un piccolo blocco di marmo bianco della misura di circa 10,5 centimetri. Durante la rissa, invece, avrebbe usato i cocci di una bottiglia di vetro rotta per ferire il 21enne.

I due giovani coinvolti nella rissa verranno sanzionati con il Daspo urbano

Sono stati presi provvedimenti anche nei confronti del giovane di 21 anni ferito per tre volte dal minore di Carrara.

L'aggredito infatti è residente ad Arcola (provincia di La Spezia), dunque per recarsi nella cittadina toscana ha violato il divieto di spostamento tra regioni varato dal governo per contenere i contagi da coronavirus. Per questo motivo lo spezzino verrà multato come previsto dalle norme restrittive anti-coronavirus.

Infine la polizia di Carrara ha avviato tutte le procedure del caso per far scattare il Daspo urbano (divieto di accesso in alcune aree della città) nei confronti del quindicenne che ha colpito il giovane di 21 anni, ma anche per quest'ultimo, coinvolto nella rissa del parco Caravella.

Segui la nostra pagina Facebook!