Sospeso il vaccino AstraZeneca contro il Covid-19. L’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) ha comunicato attraverso una nota ufficiale la decisione, presa in via precauzionale dopo un colloquio tra il presidente del Consiglio Mario Draghi e il ministro della Salute Roberto Speranza, del divieto di utilizzo del farmaco su tutto il territorio italiano, in linea con provvedimenti analoghi adottati da altri Paese europei. Giorgio Palù, presidente dell'Aifa, ha affermato al Corriere della Sera che la relazione tra decessi e vaccino è "solo temporale, nessuna evidenza che ci sia un rapporto di causa-effetto"

Sospensione del vaccino AstraZeneca: di cosa si tratta

Secondo quanto si apprende dalla nota emanata dall’Aifa, sono in corso approfondimenti in merito alla valutazione degli eventi segnalati in seguito alla vaccinazione con dosi prodotte dalla casa farmaceutica AstraZeneca.

'Verranno rese note, quanto prima, ulteriori e più dettagliate informazioni anche in relazione all’iter vaccinale per coloro che si sono sottoposti alla prima dose'. La notizia della sospensione dei vaccini della casa farmaceutica anglo-svedese è arrivata a poche ore da una rassicurazione nella quale veniva sottolineata l’assenza di causalità dimostrata tra gli eventi fatali e la sua somministrazione e la raccomandazione dell’AIFA ai cittadini di aderire il più possibile alla campagna vaccinale. Poi è giunta la decisione della sospensione nazionale in Italia, in via precauzionale, comunicata in concomitanza anche da Germania e Francia.

La decisione dell’AIFA dopo il secondo lotto sospeso

La decisione della sospensione dei vaccini AstraZeneca in Italia è arrivata in seguito all'identificazione del secondo lotto del siero e in particolare del lotto ABV5811 somministrato a Biella all'insegnante 57enne deceduto diverse ore dopo l’iniezione.

Il primo lotto vietato, l'ABV2856, era stato ritirato in seguito agli eventi fatali registrati nei giorni scorsi in Sicilia. I carabinieri del Nas stanno repentinamente procedendo all’opportuno sequestro dei sieri in giacenza nei centri di vaccinazione su tutto il territorio nazionale. Lo stop ai vaccini AstraZeneca arriva, oltre che dall’Italia, anche dalla Germania e dalla Francia.

Una decisione maturata dopo analoghe scelte prese nei giorni scorsi da Paesi come Danimarca, Norvegia, Finlandia, Islanda, Irlanda e Olanda. In una nota, il ministro della Salute tedesco Jens Spahn ha sottolineato che la decisione della sospensione dei vaccini della casa farmaceutica anglo-svedese è stata presa in via cautelativa e che bisogna dare il tempo necessario per effettuare importanti verifiche che vadano a scongiurare ogni possibile rischio.

Deve essere chiaro, ha continuato il ministro della Salute, che ‘non vaccinare’ comporta altrettanti rischi per tutta la popolazione. Intanto arriva la buona notizia dall'ente dei farmaci europeo (Ema), dell'efficacia dei vaccini Pfizer, Moderna e Johnson&Johnson contro le varianti del Covid-19.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!