Acqua, farina, miele, cucchiaio di legno e olio di gomito: con questi pochi e semplici ingredienti è possibile dare vita ad un prodotto che rivoluzionerà (sempre che non l'abbia già fatto) la qualità dei cibi lievitati più celebri e amati, dolci o salati che siano: stiamo parlando del lievito madre.

La pizza è spesso una componente fondamentale per un bel sabato sera passato davanti a un film con gli amici. Ordinarla attraverso le più comuni app di food delivering potrebbe essere un'idea, certo, ma visto il periodo di incertezza economica, perché non risparmiare denaro, cimentandosi in un'avventura che potrebbe essere destinata a durare per molto tempo?

Lievito madre: i primi passi

L'idea che tentare di creare e tenere in vita il lievito madre sarebbe un impegno complicato e laborioso è solo un mito. A partire dal primo/secondo mese di lockdown, molte famiglie si sono dedicate alla preparazione del lievito madre partendo dall'utilizzo di due elementi imprescindibili: l'acqua e la farina. Su internet è possibile imbattersi in una miriade di Ricette differenti, spesso realizzate da chef esperti.

Tecnicismi a parte, la preparazione del lievito madre è in realtà un processo semplice e divertente. Approfondiamo i primi passaggi da compiere per allevare questo miracoloso aiutante in cucina.

La preparazione

Potrà sembrare incredibile, ma per preparare il lievito madre è necessario munirsi unicamente dei seguenti ingredienti:

  • acqua
  • farina tipo 00 (anche il tipo 1 può andar bene)
  • miele

Le dosi possono essere decise autonomamente, proprio perché è fondamentale dare un tocco personale al giovane lievito.

L'unica cosa importante è mantenere il giusto equilibrio fra quantità di acqua e quantità di farina. Versando in una ciotola di medie dimensioni la farina è importante che l'acqua non la ricopra completamente, in modo che dopo aver iniziato a mescolare l'impasto risulti morbido e leggermente umido.

In secondo luogo, il ruolo del miele è centrale: lo zucchero in esso contenuto costituirà il nutrimento dei batteri presenti all'interno del lievito madre e donerà all'impasto la forza necessaria per iniziare il processo di lievitazione.

Proprio per questo motivo il miele è definito "starter" (dal verbo inglese "to start", che significa "iniziare").

Dopo aver mescolato insieme acqua, farina e miele bisogna infine lasciare riposare l'impasto a temperatura ambiente per 48 ore, coprendolo con una pellicola leggermente forata. Al termine del periodo di riposo sarà necessario conservare il lievito madre in frigorifero, per procedere successivamente con il rinfresco.

Il rinfresco: nutrire il lievito madre

Se è vero che ottenere il primo impasto è un'operazione piuttosto semplice, per mantenere in vita il lievito sarà necessaria qualche cura in più.

Tutto quello che occorre non è altro che un po' di pazienza, la farina utilizzata in precedenza per "creare" il lievito madre e l'acqua. L'unica aggiunta? Una buona dose di amore e la voglia di scoprire ogni piccolo cambiamento che da qui in poi avverrà all'interno dell'impasto.

Il rinfresco non è altro che l'operazione necessaria (da svolgersi ogni cinque giorni) per mantenere in vita il lievito. Il procedimento è così strutturato:

  • prelevare il lievito madre dal frigorifero e lasciarlo riposare almeno due ore
  • travasare il lievito madre dal barattolo iniziale in una ciotola
  • aggiungere una quantità di farina di volume equivalente a quello dello lievito
  • aggiungere una quantità d'acqua che non superi la metà della farina
  • mescolare
  • rimettere il composto in un barattolo
  • lasciarlo lievitare per almeno due ore prima di rimetterlo in frigo

Le ricette

Dopo aver proceduto con il rinfresco è consigliabile far riposare il lievito madre per almeno una notte in frigorifero, per poi prelevarlo circa due ore prima di procedere con l'impasto.

Preparare la pizza è un momento da gustare con le persone care. Una volta lievitata e stesa, essa sarà pronta per essere farcita con gli ingredienti più disparati.

Infine, alcuni consigli:

  • la temperatura è un fattore fondamentale per la buona riuscita della lievitazione. Basteranno circa 22° per garantire la riuscita di ottimi lievitati.
  • non eccedere con la quantità di acqua, in quanto il lievito madre è già abbastanza umido
  • utilizzare sempre lo stesso tipo di farina per il rinfresco.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la pagina Ricette
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!