I Gyoza, piatto tipico della cultura giapponese, cinese e coreana, negli ultimi anni hanno spopolato anche nei paesi occidentali. Il loro ripieno è a base di carne e verdure ma chi lo desidera può sostituire la carne con il pesce.

Di seguito approfondiamo una delle ricette più amate dai giapponesi e non solo.

Curiosità sui Gyoza

Esistono tre versioni di questo piatto e ognuna di esse presenta caratteristiche diverse.

La versione cinese contempla a sua volta ben quattro diverse versioni: bolliti, al vapore, brasati e all'uovo. Solitamente il ripieno viene realizzato con la carne rossa o bianca ma anche con pesce e verdure (cavolo, scalogno, erba cipollina cinese).

I Gyoza vengono consumati principalmente durante il Capodanno cinese perché simboleggiano buona sorte.

La versione giapponese, invece, differisce da quella cinese principalmente per la presenza dell'aglio e di condimenti come la salsa di soia e aceto balsamico. La ricetta classica prevede ripieno di carne di maiale con aggiunta di aglio, cavolo, zenzero, salsa di soia, pepe e sesamo; è comunque possibile trovare nei supermercati una versione dei Gyoza ripieni di pesce. Il metodo di cottura principale è quello brasato, dove i ravioli vengono fritti dal lato piatto per

Infine, nella versione coreana i Gyoza, chiamati anche mandu, vengono realizzati con il ripieno di carne di maiale o bovino, cavolo, noodles o kimchi.

Anche nella versione coreana un lato dei ravioli viene fritto per creare uno strato croccante, che si sposa bene con la parte morbida del ripieno. Questa pietanza si accompagna bene con la salsa piccante oppure con la salsa di soia.

Ingredienti per quattro persone

Per realizzare la pasta:

  • 200 g farina 00
  • 90 g acqua tiepida
  • q.b sale

Per realizzare il ripieno:

  • 200 g di ricotta
  • 10 gamberi argentini (puliti)
  • Mezza scorza di limone
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • un cucchiaio di soia

Preparazione dei Gyoza

Come prima cosa occorre impastare la farina 00 con l'acqua tiepida e il sale fino a ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

Lasciare a riposo l'impasto per almeno un'oretta, avvolto nella pellicola trasparente oppure in un canovaccio. Nel frattempo preparare il ripieno amalgamando la ricotta, i gamberi tritati, sale, pepe, soia e scorza di limone grattugiata.

Prendere poi la pasta, stenderla con un mattarello in modo da formare una superficie liscia e sottile.

Con l'aiuto di un coppapasta o di un bicchiere, tagliare la pasta in modo da ottenere dei dischi di media grandezza. Inserire un cucchiaino di ripieno e richiudere la pasta dandole una forma simile a quella della spiga. Si devono poi cuocere i Gyoza a vapore utilizzando un cestello di bambù per circa otto minuti.

A piacere, è infine possibile condire i ravioli con gocce di aceto balsamico e soia.

Segui la pagina Ricette
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!