Sarà inaugurata l'8 giugno la mostra di Giorgio de Chirico, nei locali della Fortezza di Montepulciano (Siena). Le opere d'Arte esposte saranno 68, provenienti dalla collezione della Fondazione Giorgio e Isa de Chirico di Roma, e rimarranno nella città poliziana fino al 30 settembre. La cittadina della valdichiana, dopo le mostre dei "Macchiaioli" del 2011 e "Il drago e la farfalla. Immagini di Cina a Montepulciano" del 2012, è riuscita anche quest'anno ad offrire ai propri cittadini e turisti un evento importante ed unico di risonanza internazionale.

Montepulciano, ancora una volta, si pone al centro della cultura della zona, grazie alla lungimiranza dell'amministrazione comunale che è riuscita a creare sinergie con realtà locali potendo realizzare "il sistema Montepulciano" valorizzando l'enogastronomia, il paesaggio e la cultura della cittadina "perla del '500".

Tutto questo è stato possibile grazie alla condivisione del progetto con la Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano, Terre di Siena, Fondazione Giorgio ed Isa de Chirico, Fondazione Musei Senesi, Provincia di Siena, Regione Toscana e Rotary Club Chianciano-Chiusi-Montepulciano.

Tra le 68 opere che saranno esposte possiamo ricordare il celebre Autoritratto nudo del 1945, il grande Bagnanti del 1945, l'Autoritratto nel parco con costume del Seicento (1959) e il Ritratto di Isa, vestito rosa e nero (1934), i manichini, rappresentati da Ettore e Andromaca (1970), il tema della Piazza d'Italia, con Piazza d'Italia con statua di Cavour (1974) e l'Archeologo con Il Pensatore (1973) e il sorprendente Meditatore (1971). Montepulciano, anche per questa estate, potrà offrire mete per amanti dell'arte classica e moderna, dell'enogastronomia e del paesaggio; gli ospiti potranno immergersi in ambienti conservati incontaminati e conservati cercando di mantenere stili di un tempo passato, vivendo nel XXI sec.

I migliori video del giorno

una città testimone del '500.