Pubblicata laclassifica per l'anno 2013 delle migliori 800 università a livello mondiale. Laclassifica, che viene stilata annualmente dalla Quacquarelli Symonds, societàinglese fondata dall'italiano Nunzio Quacquarelli nel 1990, si basasull'analisi qualitativa di ben 3.000 atenei sparsi in tutto il mondo e vienedenominata come QS World University Rankings.

Dallerisultanze dell'indagine condotta risulta che nel 2013 sono ancora leuniversità anglosassoni a rappresentare il livello di eccellenza.

Nelle primedieci posizioni sono difatti piazzate esclusivamente università americane e britanniche(nell'ordine): 1° Massachusetts Institute of Technology (USA), 2° HarvardUniversity (USA), 3° University of Cambridge (UK), 4° University College of London(UK), 5° Imperial College of London (UK), 6° University of Oxford (UK), 7° StanfordUniversity (USA), 8° Yale University (USA), 9° University of Chicago (USA), 10°California Institute of Technology (USA), 10° Princeton University (USA).

Nelle prime100 posizioni sono ben 27 le università statunitensi e 22 quelle del RegnoUnito.

Nessun posto nella Top 100 per gli atenei italiani a fronte dellepresenze comunque significative di Australia (8), Giappone (6), Olanda (6),Canada (5), Svizzera (4), Cina (3), Danimarca (3), Germania (3), Hong Kong (3),Corea del sud (2), Francia (2), Singapore (2), Svezia (2), Belgio (1),Finlandia (1), Irlanda (1), Norvegia (1), Taiwan (1).

Per trovareuna università italiana è necessario scorrere la classifica fino al 188° postodove troviamo l'Università di Bologna, primo dei 26 atenei italiani inseritinel ranking della QS.

Quello chesegue è il quadro inerente agli atenei italiani inseriti nella classifica,tenendo conto della posizione maturata nel 2013 e rapportandola a quella dell'annoprecedente (fra parentesi):

188 (194 nel 2012)Università di Bologna

196 (216 nel 2012)Università di Roma La Sapienza

230 (244 nel 2012)Politecnico di Milano

235 (256 nel 2012)Università di Milano

259 (314 nel 2012)Università di Pisa

267 (298 nel 2012)Università di Padova

320 (336 nel 2012)Università di Roma Tor Vergata

370 (401 nel 2012)Politecnico di Torino

379 (401 nel 2012) Università di Firenze

397 (451 nel 2012) Università di Napoli Federico II

399 (401 nel 2012) Università di Torino

411 (401 nel 2012) Università di Pavia

441 (451 nel 2012) Università di Trento

451 (451 nel 2012) Università Cattolica Sacro Cuore

451 (501 nel 2012) Università di Genova

491 (nc nel 2012) Università di Milano Bicocca

501 (501) nel 2012 Università di Siena

501 (501 nel 2012) Università di Trieste

601 (601 nel 2012) Università di Perugia

651 (601 nel 2012) Università di Modena e Reggio Emilia

701 (601 nel 2012) Università Ca' Foscari Venezia

701 (601 nel 2012) Università di Catania

701 (nc nel 2012) Università degli studi Roma Tre

701 (601 nel 2012) Università di Bari

701 (nc nel 2012) Università di Brescia

701 (nc nel 2012) Università di Verona

Pacata, come è ovvio in questi casi, è stata la dichiarazione del presidente del Consiglio Universitario Nazionale, AndreaLenzi, che ha parlato, in un commento rilasciato al quotidiano Il Sole 24 Ore,di "un risultato comunque positivo nonostante i taglialle risorse che da anni colpiscono gli atenei italiani che, sebbene la scarsaattenzione dedicata alla innovazione e all'alta formazione da parte dellapolitica, ha mantenuto ed addirittura migliorato le sue performance in questaspeciale classifica".

Segui la nostra pagina Facebook!