Gomorra è la migliore fiction tv italiana: l'ha scelta la giuria del RomaFictionFest presieduta da Alberto Sironi e dedicata alle fiction edite italiche assegnando alla serie di Sky Atlantic HD prodotta da Sky, Cattleya e Fandango diretta da Stefano Sollima, Francesca Comencini e Claudio Cupellini l'importante premio riservato a registi, produttori e broadcaster. Altri due riconoscimenti sono stati assegnati ai protagonisti, nei cinema italiani con le puntate della prima serie dal 22 settembre: miglior attrice è Maria Pia Calzone per il ruolo di Imma Savastano, ex aequo con Micaela Ramazzotti (Francesca Osti in Un Matrimonio di Pupi Avati per Rai Fiction), menzione speciale della giuria a Salvatore Esposito, migliore attore non protagonista per l'interpretazione di Genny Savastano.

Pubblicità
Pubblicità

Pari merito anche per il miglior attore: vincono Luca Zingaretti per l'interpretazione di Adriano Olivetti in Adriano Olivetti - La forza di un sogno, regia di Michele Soavi, e Alberto Lenzi ne Il giudice meschino, regia di Carlo Carlei, entrambe produzioni Rai Fiction; Angelo Barbagallo è il miglior produttore per Non è mai troppo tardi. Il Premio speciale è andato ai piccoli interpreti della fiction di Rai Uno Braccialetti rossi, Carmine Buschini, Brando Pacitto, Aurora Ruffino, Mirko Trovato, Pio Luigi Piscicelli e Lorenzo Guidi, non assegnato invece il premio al miglior canale dell'anno per la programmazione italiana.

Pubblicità

Non solo Italia: la giuria con a capo Aldo Grasso ha scelto House of Cards - Gli intrighi del potere prodotta da Netflix per Sky Atlantic HD come migliore tra le Serie TV internazionali trasmesse dal 1° Settembre 2013 al 31 Agosto 2014. Il Premio RomaFictionFest al Miglior Interprete e/o Personaggio Televisivo Internazionale è andato a uno dei personaggi più amati: si tratta del Walter White interpretato da Bryan Cranston in Breaking Bad, prodotto Sony Pictures Television per AXN; miglior canale dell'anno per programmazione internazionale è Fox Crime, menzione speciale della giuria per l'interpretazione corale per Orange is the New Black, la serie prodotta da Lionsgate per Infinity dedicata alle detenute dell'immaginario carcere di Litchfield.

Le associazioni 100Autori e WGI - Writers Guild Italia hanno destinato il Premio Scardamaglia alla Miglior Sceneggiatura a Stefano Bises, Leonardo Fasoli, Ludovica Rampoldi, Filippo Gravino e Maddalena Ravagli per Gomorra; menzione speciale dei giurati è andata invece alla sceneggiatura di Altri Tempi, scritta da Alessandro Sermoneta, Marco Turco ed Elena Bucaccio. Nomi di rilievo anche per gli Excellence Award RomaFictionFest: sono per il produttore e creatore di Homeland e Tyrant Howard Gordon, Matilde e Luca Bernabei di Lux Vide e PietroValsecchi di Taodue.

Premio L.A.R.A. miglior interprete della Fiction Edita, assegnato dalla Libera Associazione Rappresentanti di Artisti, per Salvatore Esposito: va così a quota cinque riconoscimenti Gomorra, due dei quali all'attore partenopeo. I lettori hanno votato per il Premio TV Sorrisi e Canzoni, assegnando a Furore - Il Vento della Speranza quello per la miglior serie e a Luca Argentero il titolo di personaggio dell'anno; il maggior coinvolgimento social riconosciuto dal Premio TvZap Socialscore, in collaborazione con il CNR di Pisa, l'hanno vinto Squadra Antimafia - Palermo Oggi, serie TV italiana, e Breaking Bad, serie TV internazionale che porta a casa due statuette.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto