2

Ad Agropoli (SA) un appuntamento da non perdere per gli amanti del vino di qualità: "Terra Vini Messaggi - il territorio racconta se stesso", un evento giunto ormai alla sua quarta edizione nato per promuovere e valorizzare i vini e le eccellenze gastronomiche del Cilento. La manifestazione si svolgerà al Castello Angioino Aragonese, venerdì 21 e sabato 22 marzo 2015 e avrà l'obiettivo di promuovere il brand "Cilento". Il nome dato all'evento "Terra Vini Messaggi" spiega le modalità scelte per farlo: raccontare il territorio attraverso la testimonianza di produttori vinicoli locali e dei numerosi operatori enoturistici presenti sul territorio.

Per diffondere la conoscenza del Cilento e del suo vino l'evento si servirà dei più recenti studi condotti sul tema, con interventi di professori e di ricercatori universitari. Le migliori cantine vitivinicole cilentane offriranno degustazioni ai partecipanti. 

Il vino del Cilento diventa il protagonista perché, da qualche decennio, il Fiano e l'Aglianico, storici vitigni campani, nelle terre di questo territorio hanno trovato espressione unica e raffinata per mano di tenaci viticoltori. Terra collinare che ben si presta alla viticoltura, per il suo clima mite, il suo affaccio su un mare incontaminato e la natura, protetta fortemente dal 'Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano'. La formazione geologica tipica del Cilento, il "Flysch" si è dimostrata particolarmente favorevole per le profonde radici delle viti, perché il suolo è ricco di argille e calcari .

I migliori video del giorno

Una manifestazione che ben si sposa con gli ottimi risultati ottenuti dal settore e rafforzati da prestigiosi riconoscimenti che dimostrano la vivacità vinicola della Campania, al top per la produzione biologica e biodinamica. I vini campani hanno ottenuto ben 20 "Tre bicchieri" dal Gambero Rosso, massimo riconoscimento di eccellenza sulla nuova guida Vini d'Italia 2015. Nella guida ci sono anche i "bicchieri verdi", essi segnalano i vini prodotti dalle aziende che si impegnano nel garantire le qualità biologiche o biodinamiche e abbiano passato il vaglio di enti certificatori ufficiali. Sette quelli campani, tra cui il Cilentano Fiano Pietraincatenata Luigi Maffini del 2012 riconoscibile per il colore giallo oro e per l'odore complesso di frutta esotica, canditi, albicocche secche. I vini di Luigi Maffini, provengono da due vigneti, coltivati nel rispetto dei principi dell'agricoltura biologica: quello storico di Castellabate vicino al mare e quello di Giungano in collina. Se sei interessato a notizie come questa clicca su Segui (in cima all'articolo accanto al nome dell'autore) per non perdere le prossime news.