Sta prendendo forma pian piano la nuova edizione di X Factor e tra conferme e ritorni si delinea anche il cast dei quattro giudici che guideranno le squadre dei concorrenti.Tanta curiosità, e in molti casi sconcerto, ha suscitato la presenza di Manuel Agnelli, leader degli Afterhours, che parteciperà al programma affiancando Arisa, Fedez e la nuova recluta Alvaro Soler per la decima edizione del talent targato Sky.A loro il compito di sostituire Elio, Skin e Mika, mentre ancora una volta si riconferma Fedez.

La scelta del leader della band alternativa è decisamente inaspettata e controversa, visto che Manuel ha sempre rappresentato tutta quella parte alternativa della scena musicale italiana.Un boccone amaro quello che dovranno mandare giù i fan degli Afterhour e gli amanti della musica indipendente, costretti ad accettare la sua presenza all'interno di una delle piazze televisive di maggior richiamo, che vanta inoltre un forte tam tam mediatico grazie ai social.

Dello stesso avviso non sono i produttori di X Factor, convinti di aver portato a casa un affare che non capita tutti i giorni, arruolando nel programma una delle menti più creative ed originali che si siano mai affacciate al panorama musicale negli ultimi anni.Ma chi è veramente Manuel Agnelli? Ecco alcune curiosità per conoscere meglio il nuovo giudice di X Factor.

Il nuovo giudice di X Factor

Manuel è un milanese doc, è cresciuto a Corbetta, nell'hinterland di Milano, città che lo ha influenzato e ritorna costantemente nei suoi testi.E' il frontman degli Afterhours, una delle prime band indie italiane che dalla metà degli anni '80 raccoglie consensi da chi il pop fa fatica a tollerarlo.

La sua presenza, stridente rispetto al tipo di spettacolo proposto ad X Factor, porterà una serie di sconvolgimenti e spunti che poche volte erano stati presentati nel programma. Per avere un'idea in più basta leggere i testi dei brani, carichi di ambiguità, anche sessuale, di ferocia e di cinismo.

Manuel è un musicista dalle diverse sfaccettature, suona il pianoforte, è un produttore ed è uno dei mostri sacri della scena musicale Indie.

Per anni è stato l'organizzatore del Tora Tora Festival, una sorta di risposta italiana all'americano Lollapalooza, diventando un punto di riferimento per ogni artista emergente.

Ma chi Agnelli lo conosce bene, non si sorprende della sua scelta. Il suo smalto e la verve degli anni '90 non sono andati scemando, ma l'obiettivo di Manuel è quello di portare la musica alternativa ad un nuovo livello di visibilità fino ad oggi difficile da immaginare e questa visibilità il talent la può offrire.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto