Il film X-Men Apocalisse è senza dubbio una pellicola che ha molte chiavi di lettura. I grandi colossal passati alla storia come Star Wars, l’intera saga dei supereroi Marvel e di Matrix sembrano, apparentemente, delle storie di fantasia.I registi invece hanno utilizzato degli archetipi per la realizzazione della storia. Cos’é un archetipo?La parola archetipo deriva dal greco antico ὰρχέτυπος col significato d’immagine: arché ("originale"), típos ("modello", "marchio", "esemplare). Significa pertanto che nel film è possibile trovare degli archetipi nei personaggi principali.

Infatti, X-Men Apocalisse ha come personaggio principale En Sabah Nur che si risveglia dopo molto tempo.

Chi è e come si definisce En?

En Sabah Nur si definisce come un elohah appartenente agli Elohim. Chi erano questi Elohim?

Questi erano individui alti più di due metri, possenti e molto potenti. Avevano delle protezioni di vario genere sul corpo e avevano armi molto temibili. Erano anche conoscitori di segreti come la magia, l'astronomia ed erano anche considerati Creatori dell'uomo stesso.

Siccome non potevano respirare come gli umani, spesso erano dotati di collegamenti tra il busto e la testa, esattamente come rappresentato in X-Men Apocalisse. Inoltre la carnagione era blu o tendente al verde scuro. La loro attitudine di comando era contrassegnata dalla violenza gratuita e dallo spargimento di sangue degli oppositori.

Baal, Astarte, Moloche lo stesso Yaweherano tutti degli Elohim secondi gli scritti biblici.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cinema

Per capire l’origine e la profondità della ricerca fatta dagli autori di X-Men Apocalisse, dobbiamo scavare ancor prima dei testi biblici. Infatti, sia il Vecchio sia il Nuovo Testamento evitano accuratamente di nominare sia la grande stirpe Sumera che i loro insegnamenti. Queste tavolette parlano di entità denominate Annunaki. Le tavole Sumere, tanto temute dagli Scrittori Biblici, sono state tradotte dallo scrittore Zecharia Sitchin recentemente e portano alla luce scomodissime teorie.

Nel dettaglio, il termine è così sillabato: A.nun.na.ki. Gli Annunaki sarebbero la stirpe che hanno generato gli Elohim, ai quali è stato affidato il comando del pianeta terra. Essi hanno provato a schiavizzare migliaia di anni fa la popolazione umana. Sulla famosa Stele di Hammurabi conservata al Museo del Louvre di Parigi, all’altezza della seconda riga della prima colonna del Prologo del Codice troviamo ancora scritto Anunnaki.

Ricordando come inizia il film, esattamente vediamo En Sabah Nur al comando come un dittatore del popolo Egizio, coerentemente alla storia Sumera. Nel film il comandante si circonda di seguaci e prova a distruggere il genere umano. Infatti, più volte nel film dice chiaramente che l”Uomo ha smarrito la via seguendo deboli Dei”. Chi sono gli altri Dei?

Non è altro che i simili di En Sabah Nur, altri Elohim, che hanno provato a dominare a loro volta altre nazioni.

L'uso dell'oro

Inoltre vediamo l’utilizzo della piramide e dell’oro nel film per definire diverse operazioni di natura soprannaturale. Questo è coerente non solo con la storia Egizia, ma con quella Sumera. Non dobbiamo dimenticare che le proprietà tipiche di quel metallo ne possono spiegare anche in altro modo l’importanza: è duttile, malleabile, incorruttibile, non arrugginisce, inalterabile, omogeneo, buon conduttore di calore e di elettricità, non facilita lo sviluppo di batteri sulla sua superficie. En Sabah Nur ha la piramide scolpita internamente dove scorre il liquido dorato dopo essere stato attivato dal potere del Sole.

Ovviamente sono teorie molto difficili sia da confutare che da dimostrare e noi possiamo solo fare delle domande in merito a quest’argomento molto complesso. Sta, di fatto, comunque che gli autori di X-Men Apocalisse hanno espresso molto bene il potere di En Sabah Nur.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto