Il film di Marco Danieli, "La ragazza del mondo", presentato al festival del Cinema di Venezia, uscirà nelle sale cinematografiche il 3 di novembre, ma domani 24 settembre verrà proiettato in anteprima a Milano nell'ambito de "Le vie del cinema". La manifestazione, organizzata da Agis-Anec Lombardia, è iniziata il 19 settembre e si concluderà lunedì prossimo.

Trama e personaggi

Il film ha già ottenuto vari riconoscimenti e gli interpreti principali, Sara Serraiocco e Michele Riondino, all'ultimo Festival di Venezia hanno ricevuto il Premio Francesco Pasinetti come migliori attori.

Il regista Marco Danieli è un affermato autore di cortometraggi, premiato nei principali Festival cinematografici internazionali, e dal 2011 è tutor di regia al Centro Sperimentale di Cinematografia. La sceneggiatura del film è stata scritta da Danieli insieme ad Antonio Manca, e fa riferimento a una vicenda realmente accaduta, riguardante una ragazza fuoriuscita dalla comunità religiosa dei Testimoni di Geova, dopo essersi innamorata di un ragazzo "esterno". 

Nel film la protagonista si chiama Giulia (Sara Serraiocco), che vive nel pieno rispetto di regole e testi sacri e, di conseguenza, la sua vita è impostata in modo estremamente rigoroso.

A un certo punto, però, si innamora di Libero (Michele Riondino), che non appartiene al "gruppo", e la relazione tra i due avrà come conseguenza l'espulsione della ragazza dalla comunità. Nell'incontro con Libero - di nome ma anche di fatto - il "mondo" di Giulia andrà a scontrarsi brutalmente con quello privo di regole e di risposte prefissate in cui vive il ragazzo. Già la possibilità di sbagliare avrà, per lei, un qualcosa di eccitante e di emozionante, e il regalo di amore più grande che le farà Libero, consisterà nella libertà di appartenere al mondo, di divenire "la ragazza del mondo".

Nel cast anche Pippo Delbono, regista e attore di grande valore, tanto che il Festival di Locarno del 2009 gli ha dedicato una speciale retrospettiva. Nel film interpreta il ruolo di uno degli "Anziani" della comunità religiosa.