E' morto Don Antonio, conosciuto anche come il boss delle cerimonie. Nato a San Antonio Abate, Don Antonio, innamorato della sua terra natía ha sempre lavorato a stretto contatto con le sue tradizioni divenendo anche se col tempo una figura di successo non solo tra la sua gente ma sui media.

Così, a causa di problemi cardiaci, saluta il mondo lui che, con il sorriso in bocca, aveva sempre saputo "vestire" ogni matrimonio, decorandolo di sfarzo e felicitá.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Rap

Molti i commenti dei suoi follower e fans, numerosi dei quali accorsi al suo funerale. Alcuni video sul portale vocedinapoli.it mostrano l'attaccamento che con gli anni avevano sviluppato verso di lui i suoi compaesani e la gente della provincia di Napoli.

"Ha fatto molto per noi e ha fatto conoscere San Antonio Abate in tutto il mondo" dice una signora in segno di ammirazione. Non sono mancate pero' le lamentele di Stefania Zizolfi, volto noto delle televisioni campane, riguardo l'esposizione della salma su facebook in diretta durante il funerale.

Muore cosi' ad 80 anni Don Antonio [VIDEO], [VIDEO] 'imprenditore che ha valorizzato le ricchezze di San Antonio Abate esportandole in tutto il mondo', queste le parole del sindaco, che pur comunicando la vicinanza alla famiglia non ha tuttavia dichiarato il lutto cittadino.

10 mila i partecipanti al funerale, una folla immensa, stipata tra la chiesa di San Antonio Abate e la piazza circostante, per dare l'ultimo saluto al boss. Tra loro anche alcuni volti noti come i fratelli Brunetti, registi e ideatori del format che lo ha reso celebre e Ciro Giustiniani, che lo ha reso ancor piú celebre con la sua imitazione a Made in Sud.

I migliori video del giorno

"Ormai non era piu' solo un personaggio da imitare, ormai era diventato un amico" afferma il cabarettista.

Al di lá del dolore peró, ora molti si chiedono che fine fará il programma?

Si riuscirá a trovare qualcuno che prenda il posto di don Antonio o si dovrá ripartire con nuovi protagonisti?

Real Time intanto per coprire questo vuoto da lui lasciato ha organizzato una maratona in suo onore per ricordare il boss. Un ultimo saluto per dirgli, Ciao Don Anto', ni vedimm presto...